Donne per le donne: il volto femminile del volontariato in sanità e non solo

Secondo appuntamento promosso dall'Osservatorio Medicina ed Etica in Rosa al Policlinico Gemelli

| 912 hits

ROMA, venerdì, 15 giugno 2012 (ZENIT.org) - La prossima settimana, lunedì  18 giugno, alle ore 15, presso l’Aula Brasca del Policlinico Gemelli, avrà luogo il secondo seminario dell’Osservatorio Medicina ed Etica in Rosa “Donne per le donne: il volto femminile del volontariato in sanità e non solo”. Il seminario è promosso dall’Università Cattolica di Roma con il patrocinio dell’Associazione Medici Cattolici Italiani.

“L’Osservatorio si propone di porre l’attenzione su temi di etica con voce di donna, un’etica femminile nel pensiero, senza alcuna intenzione di rivendicazione sociale, ma con l’unico obiettivo di consentire alle donne la libertà di dare forma a se stesse in accordo con tutte le peculiarità dell’essere donna”, anticipa Leda Galiuto, prof. aggregato dell’Istituto di Cardiologia dell’Università Cattolica di Roma, moderatrice e ideatrice dell’iniziativa.

“E tra queste peculiarità – prosegue  Galiuto - ,  si pone l’accento sulle esperienze di cura e di pratica delle relazioni che trovano la loro massima espressione nel mondo della medicina. In particolare, in questo seminario, si incontreranno donne dedite al volontariato a tutela della salute fisica, psichica e morale di altre donne più svantaggiate perché malate, oppresse, discriminate o violentate”.

Tra gli altri partecipanti al seminario, Diana Barbara Piazzini, professore aggregato dell’Istituto di Clinica Ortopedica della Cattolica di Roma e Vicepresidente Associazione Medici Cattolici di Roma; Alessia Rabini, professore aggregato dell’Istituto di Ortopedia della Cattolica di Roma. Interverranno tra gli altri Robin Tonci, presidente della Squadra di Velia, Bruna Bellesi, fondatrice progetto Nicaragua. Le conclusioni sono affidate a Vincenzo Saraceni, Presidente Nazionale Associazione Medici Cattolici Italiani e prof. ordinario di Medicina Fisica e riabilitazione della Sapienza.