"Dopo le primavere arabe è diminuito il numero dei cristiani"

Arcivescovo di Algeri, monsignor Ghaleb Bader

Roma, (Zenit.org) | 280 hits

“Dopo le primavere arabe è diminuito il numero dei cristiani in medio Oriente e nel nord Africa; e ci sono problemi anche tra le varie componenti dell'Islam. Tutto questo fa emergere la fragilità della convivenza”: è quanto ha detto l’arcivescovo di Algeri Ghabel Bader, nel panel dedicato alla convivenza tra cristiani e musulmani dell’incontro internazionale “Il coraggio della speranza” organizzato a Roma dalla Comunità di Sant’Egidio.

L’Arcivesciovo ha aggiunto che “coesistenze radicate nelle menti e nei cuori per secoli sono state messe in discussione negli ultimi tempi nei paesi della regione. Alla cultura del vivere insieme e' subentrata la cultura della violenza”.

Secondo Mons. Bader “bisogna separare la religione dalla politica perché la politica sporca la religione”. Secondo l’Arcivescovo il  rapporto tra le popolazioni all’interno dei Paesi in nord Africa e Medio Oriente deve essere basato sulla comune cittadinanza e non sull’appartenenza religiosa”.

* Monsignor Ghaleb Bader è Arcivescovo di Algeri. Esperto di diritto ecclesiastico, ha compiuto studi di diritto canonico e di filosofia a Damasco e a Roma. Ha esercitato il suo ministero pastorale a Gerusalemme e ad Amman. Dal 1996 al 2001 è stato membro del Pontificio Consiglio per il Dialogo interreligioso. Nel 2008 è succeduto a Mons. Teissier come Arcivescovo di Algeri. È stato il primo prete cattolico arabo ad essere nominato Vescovo della capitale algerina.

Per ulteriori informazioni sull’Incontro, materiali, testi, foto, video: www.santegidio.org