Due continenti a confronto tra memoria e modernità

La Mostra "Genius loci, chiesa e dialogo" al Museo Diocesano di Milano, da martedì 27 novembre a lunedì 6 gennaio

| 750 hits

MILANO, mercoledì, 14 novembre 2012 (ZENIT.org).- Nel panorama dell’architettura contemporanea, nella quale coesistono i più diversi linguaggi formali, che cosa si richiede perché una chiesa sia riconoscibile per tale e rivesta il ruolo che le è stato proprio nel corso di tutta la sua storia, quale luogo centrale nello spazio urbano?

Il paragone tra tre cattedrali statunitensi (la concattedrale del Sacro Cuore di Houston in Texas, la Cattedrale Christ the Light di Oakland in California, la Cattedrale Nostra Signora degli Angeli di Los Angeles in California) e tre chiese italiane (S. Paolo a Foligno, S. Maria in Zivido di San Giuliano Milanese, S. Paolo in Frosinone), tutte  costruite nel primo decennio del XXI secolo, offre l’opportunità di mettere a confronto diverse sensibilità progettuali, diversi approcci compositivi diversi modi di porsi a fronte del sito.

Convegno di apertura:

Lunedì 26 novembre h 15,30
Museo Diocesano di Milano
Corso di Porta Ticinese 95
Milano

Intervengono:

Paolo Biscottini, Direttore del Museo Diocesano di Milano
Filippo De Filippi, Docente, Architettura degli Interni, Accademia di Belle Arti di Brera
Andrea Del Guercio, Direttore, Dipartimento Arte Sacra, Accademia di Belle Arti di Brera
Don Vincenzo Barbante, Responsabile Ufficio Amministrativo, Arcidiocesi di Milano
Andrea Longhi, Docente, Storia dell’Architettura, DIST -Dipartimento Interateneo di Scienze, Progetto e Politiche del Territorio, Politecnico di Torino
Luigi Bartolomei, Docente, Architettura del Paesaggio e delle Infrastrutture, Università di Bologna
Leonardo Servadio, giornalista
e inoltre alcuni dei progettisti delle chiese che formano parte dell’esposizione.

* Ingresso libero; catalogo edito da Glossa