"È urgente dare nuovo slancio al Vangelo della famiglia"

Durante la riunione del Consiglio Ordinario del Sinodo dei Vescovi si è riscontrata un'altissima percentuale di risposte al questionario

Citta' del Vaticano, (Zenit.org) Redazione | 274 hits

Il Consiglio Ordinario del Sinodo dei Vescovi si è riunito tra lunedì 24 e martedì 25 febbraio per discutere i risultati dell’inchiesta avviata nel novembre 2013 con l’invio di un questionario sui temi relativi alla famiglia alle Conferenze Episcopali di tutto il mondo.

Secondo quanto riferito da una nota della Sala Stampa Vaticana, “la percentuale delle risposte è stata altissima”. Si sono aggiunte poi osservazioni pervenute da singoli e gruppi da ogni parte del mondo.

Il Consiglio è stato presieduto lunedì pomeriggio da papa Francesco, che ha evidenziato anche così “l’importanza che attribuisce alla struttura del Sinodo come espressione della collegialità episcopale e al tema di cui si occuperanno la prossima Assemblea straordinaria del 2014 e quella ordinaria del 2015”.

La bozza di sintesi delle risposte pervenute è stata “unanimemente apprezzata”. Da essa, si legge ancora nella nota, “si ricava la voce della Chiesa in tutte le sue componenti e nella varietà delle situazioni contestuali sia riguardo all’urgenza di annunciare con nuovo slancio e modalità il vangelo della famiglia, sia circa le sfide e le difficoltà connesse con la vita familiare e le sue eventuali crisi”.

Le osservazioni fatte durante la discussione saranno tenute presenti per elaborare dalla bozza di sintesi l’Instrumentum laboris a partire dal quale si svolgeranno i lavori sinodali. Si è sottolineata, inoltre “l’unitarietà delle due tappe previste per la riflessione sinodale sulla famiglia, finalizzata a presentare al Santo Padre solo al termine del Sinodo ordinario proposte a partire dalle quali egli potrà elaborare la Sua esortazione apostolica”.

Alla riunione del Consiglio Ordinario del Sinodo dei Vescovi, erano presenti il Relatore Generale, cardinale Péter Erdő, Arcivescovo di Esztergom-Budapest, e il Segretario Speciale, monsignor Bruno Forte, Arcivescovo di Chieti-Vasto.

Per l’occasione il Santo Padre ha benedetto la nuova ala della sede della Segreteria Generale con la Cappella e i nuovi uffici.