Eccezionale produzione di pellicole su Giovanni Paolo II

Intervista al produttore del film “L’amico di tutta l’umanità”

| 454 hits

BARCELLONA, mercoledì, 11 gennaio 2006 (ZENIT.org).- “Giovanni Paolo II: l’amico di tutta l’umanità” è la prima pellicola internazionale a cartoni animati sul Papa scomparso in cui verranno raccontati dettagli sconosciuti relativi al famoso Pontefice.



Il film, preparato dalla casa produttrice Cavin Cooper Productions, verrà lanciato su scala mondiale il 2 aprile 2006, primo anniversario della morte di Giovanni Paolo II.

“Giovanni Paolo II: l’amico di tutta l’umanità” è un filmato di mezz’ora in cui si presenta l’aspetto umano di Karol Wojtyla, da quando era bambino a quando è diventato Papa. La pellicola, in cui lo si potrà vedere mentre scia o va in canoa, apparirà per il momento in sette lingue.

La realizzazione del film è stata possibile grazie all’accordo con il Centro Televisivo Vaticano, che ha messo a disposizione il suo archivio di documenti.

ZENIT ha intervistato il produttore del film a cartoni animati, José Luis López-Guardia, alias Cavin Cooper, collaboratore della Disney dal 1977.

Il suo prodotto è destinato a tutta la famiglia. Pensa alle famiglie cattoliche o ad un target più ampio?

López-Guardia: Sì, il prodotto è rivolto a tutta la famiglia… dal membro più piccolo a quello più grande in ogni casa. Una delle tracce del DVD è un libro scritto da una persona che per molti anni è stata testimone diretta della vita del Santo Padre in Vaticano, fatto che l’ha trasformata in un testimone d’eccezione.

Il suo contenuto presenta il carisma umano della personalità di Giovanni Paolo II al di là di quello inerente all’alto contenuto del suo incarico, il che attrae l’attenzione di persone di credo molto diversi.

E’ la prima volta che affrontate un tema di questa portata?

López-Guardia: Ogni nuovo progetto al quale lavoriamo è speciale e non è affatto facile, e affrontiamo quotidianamente delle sfide, come tutto il mondo. Ad ogni modo, è stata davvero una grande sfida affrontare un tema di un’importanza simile. Fin dall’inizio ci ha appassionato e ci ha attirato; la verità è che non abbiamo mai gettato la spugna.

Poter riflettere e plasmare la vita del Santo Padre in una produzione di questo tipo ci ha dato la forza per andare avanti fino alla fine nonostante le difficoltà sorte durante la produzione, perché ci ha catturato come professionisti e ci fatto rispolverare tutta l’arte e le tecniche imparate nel corso della nostra lunga carriera internazionale.

E’ stata, ripeto, una sfida bellissima. Il sostegno delle due tecniche impiegate, l’animazione e la tecnica documentale, trasformano questa produzione in un qualcosa di unico e singolare. La qualità del contenuto di animazione viene accompagnata dalla produzione realizzata in 24 frames al secondo, una cosa non abituale nel 2006.

Parlate non solo di un Papa, ma di un futuro santo…

López-Guardia: Noi mostriamo l’aspetto più umano di Sua Santità, rivelando al mondo alcuni aspetti della sua vita sconosciuti ai più, anche ai grandi mezzi di comunicazione.

Non siamo noi a parlare di Giovanni Paolo II. Lasciamo che siano i suoi gesti, le sue parole e i suoi pensieri a farlo.

Riflettiamo soltanto tutto questo nella produzione, con un approccio nuovo, dinamico e comprensibile, attraente per qualsiasi nucleo familiare.

Com’è stata la collaborazione con il Centro Televisivo Vaticano?

López-Guardia: E’ stata decisiva, cordiale ed eccellente. La documentazione fornita dal Centro Televisivo Vaticano, con un archivio documentale di più di 15.000 ore, è stata fondamentale per l’apporto che avalla la credibilità del suo contenuto totale.

Qual è la lingua originale della produzione, e in che lingue pensate di poterla diffondere?

López-Guardia: La lingua originale della produzione sarà l’inglese. La produzione apparirà in sette lingue: inglese, italiano, spagnolo, francese, tedesco, portoghese e polacco, anche se stiamo pensando di introdurre versioni in catalano, euskera e gallego.

Il film ci farà conoscere qualche nuovo dettaglio su Giovanni Paolo II?

López-Guardia: Sicuramente. Probabilmente, nel corso di tutto il XX secolo, non c’è stato un personaggio così influente, popolare e carismatico come Karol Wojtyla. Questo lo trasforma senza dubbio nella personalità “più registrata e filmata” della storia.

E’ stata una vita appassionante di 26 anni di un pontificato pieno di pietre miliari e con un funerale la cui grandezza non ha precedenti nella storia dei re e dei Capi di Stato.

Questo DVD/BIOPIC (biographical picture) è stato concepito in questa forma nuova perché è l’unica possibilità per far sì che il mondo conosca in modo suggestivo quella parte della vita del Pontefice su cui c’è scarsa documentazione grafica e filmata, unita ad una parte documentale che presenta il suo aspetto più carismatico e umano.

Lei ha una lunga esperienza nella Disney. Crede che i cartoni animati con temi chiaramente religiosi possano competere con quelli di argomento più magico o di fantasia?

López-Guardia: Se il tema o il prodotto è trattato con la qualità e il rispetto che merita qualsiasi spettatore, è sempre buono gettarsi sul mercato. Al giorno d’oggi nel mercato audiovisivo ci sono le capacità e il posto per qualsiasi prodotto, sempre che sia corretto nelle sue basi concettuali e qualitative.

Dall’altro lato, devono esserci diversità e variazione nel mercato audiovisivo internazionale.

Noi siamo una casa produttrice indipendente di cartoni animati con un ambito di distribuzione internazionale. Le nostre realizzazioni sono sempre create per tutto il mondo. Le produzioni filtrate e caratterizzate dall’avventura e dallo svago hanno come obiettivo principale quello di trasmettere ai bambini quei principi etici, sociali e umani necessari perché siano coloro che costruiranno un futuro migliore.