Ecuador: domani l'ultimo giorno del Congresso nazionale sulla Fede, "Camminare, costruire e confessare"

L'incontro organizzato dalla Conferenza Episcopale ecuadoriana, inaugurato martedì dall'arcivescovo di Bogotà cardinale Rubén Salazar Gómez, concluderà  l'Anno della Fede nel paese latino-americano

Roma, (Zenit.org) Redazione | 212 hits

L'Anno della Fede si avvia alla conclusione anche in Ecuador. Le celebrazioni per l'anno indetto da Benedetto XVI culmineranno domani a Quito con la fine del Congresso nazionale sulla Fede dal titolo “Camminare, costruire e confessare”, organizzato dalla Conferenza Episcopale ecuadoriana.

L'incontro ha preso il via martedì scorso con una cerimonia d’inaugurazione presieduta dal cardinale Rubén Salazar Gómez, arcivescovo di Bogotà e presidente della Conferenza Episcopale colombiana, il quale - riporta l’agenzia Fides - nel discorso di apertura, ha spiegato ai presenti il significato di “camminare”, quale espressione che identificail dinamismo permanente della fede, secondo l'accezione data dallo stesso Papa Francesco.

“La fede - ha affermato il porporato - è allo stesso tempo la porta dalla quale si inizia a camminare e la luce che ci permette di seguire il cammino". Essa, ha aggiunto, "si trova all'inizio del percorso, lungo tutto il percorso e alla fine, come lo scopo verso il quale siamo in cammino”.

Al congresso, che ha affrontato anche i temi della libertà religiosa e della dimensione pubblica della fede, hanno partecipato anche mons. Victor Ochoa, vescovo di Malaga, e padre Pedro Mercado Cepeda, assistente segretario della Conferenza episcopale colombiana.