Egli canta ogni cosa

Le grandi domande dei giovani e le risposte di un prete americano a Roma

Roma, (Zenit.org) | 812 hits

Come parlare della fede, della possibilità (o della necessità) di credere a chi è giovane ed è cresciuto in un mondo che dell’incredulità sembra aver fatto la sua pietra d’angolo? Come ragionare di Dio nell’epoca di Facebook e Twitter? Come trasmettere la gioia (forse proprio l’allegria) della fede a chi pensa di non poterne essere contagiato?

Jonah Lynch sceglie il modo che più gli è congeniale e che tanti lettori hanno imparato ad amare: si mette in gioco in prima persona, adotta uno stile semplice e diretto, prende di petto le grandi questioni, non si nega (se e dove serve) la battuta o il paradosso.

Nel folto panorama degli scritti su un tema tanto vasto quanto complesso come quello della fede, Jonah Lynch, prete missionario ed educatore, offre una riflessione fresca, che prende spunto da domande vere, rivoltegli da giovani studenti sulla vita, su Dio, sull’amore. La risposta, leggera ma intensa, raggiunge la profondità dei bisogni autentici di tutti.

Firma la prefazione Paolo Cevoli, comico noto soprattutto per la sua partecipazione al programma «Zelig», che regala al lettore e all'autore parole belle e lievi.

Jonah Lynch (1978) è sacerdote dal 2006. Dopo essersi laureato in Fisica alla Mc-Gill University a Montreal, entra in seminario. Ha studiato filosofia e teologia all’Università Lateranense e ha ottenuto un Master in Education presso la George Washington University. In Italia ha pubblicato tre libri: Padre sposo amico, Effatà 2004; Aspettare insieme, Marietti 2008; Il profumo dei limoni. Tecnologia e rapporti umani nell’era di Facebook, Lindau 2012. Vive a Roma dove è rettore del seminario della Fraternità san Carlo.

Egli canta ogni cosa
Improvvisazione libera su Dio, la musica, la scienza e l’amore
di Jonah Lynch
prefazione di Paolo Cevoli
Lindau 2013
132 pagine – euro 10,00

Per ulteriori informazioni: Francesco Montini
pr@sancarlo.org