Estate, tempo “per compiere formative esperienze umane e spirituali”, afferma il Pontefice

| 323 hits

CITTA’ DEL VATICANO, mercoledì, 23 giugno 2004 (ZENIT.org).- Questo mercoledì Giovanni Paolo II ha rivolto un pensiero speciale anche agli studenti sotto esami ed ai loro coetanei che sono già in vacanza nei saluti rivolti in lingua italiana al termine dell’Udienza generale.



“Mentre molti ragazzi sono occupati dagli esami, per tanta gente invece inizia il periodo estivo, tempo di turismo e di pellegrinaggi, di ferie e di riposo”, ha affermato il Papa nei saluti finali preceduti dalle trombe che accompagnavano gli sbandieratori di Lacchiarella, vestiti nei loro costumi rossi, e dalle grida scandite dai ragazzi che intonavano il suo nome.

“Cari giovani, mentre penso ai vostri coetanei ancora impegnati negli esami - ha affermato il Santo Padre nel riferirsi ai ragazzi ancora impegnati nelle prove di Maturità -, auguro a voi già in vacanza di profittare dell’estate per compiere formative esperienze umane e spirituali”,

Il Pontefice apparso leggermente provato ha poi rivolto come consueto un pensiero anche ai malati per i quali ha auspicato che non possano mancare, “il conforto e il sollievo” dei familiari. Incoraggiando anche gli sposi novelli, “ad approfondire in questi mesi estivi la vostra missione nella Chiesa e nella società”.