Evangelizzando con la televisione da Hong Kong

| 793 hits

MADRID, domenica, 15 ottobre 2006 (ZENIT.org).- La percezione della Chiesa cattolica a Hong Kong è molto positiva tra i non credenti. Lo spiega Catherine Wong Wei Chi, responsabile stampa della diocesi cattolica di Hong Kong.



La giovane laica ha raccontato a ZENIT che i programmi televisivi cattolici sono “accolti molto bene dai non cattolici della città” e che in generale la Chiesa ha una buona reputazione in una città “molto armoniosa a livello interreligioso”.

Hong Kong ha 7 milioni di abitanti, 270.000 dei quali cattolici. Catherine Wong Wei Chi, che è anche assistente di programmazione del centro diocesano audiovisivo di Hong Kong, ha partecipato al Congresso Mondiale delle Televisioni Cattoliche svoltosi la settimana scorsa a Madrid.

I programmi che emette il centro audiovisivo vengono trasmessi dall’unica televisione via cavo, la Cable TV Hong Kong. Si tratta di documentari e piccoli clip che vengono distribuiti anche in DVD tutti i mesi nelle oltre 50 parrocchie cattoliche della città, con 8.000 copie gratuite.

La giornalista, formatasi nell’Università statale, ha un rapporto eccellente con i giornalisti non cattolici che coprono l’informazione religiosa e che hanno un grande interesse per l’attività della Chiesa cattolica.

“Dall’ufficio diocesano siamo un ponte tra la Chiesa e la società”, ha spiegato a ZENIT.

Catherine Wong Wei Chi, nata in una famiglia cattolica, è stata una delle poche rappresentanti asiatiche al Congresso Mondiale e ritiene che questa iniziativa sia “molto importante per esplorare nuove forme di stare in rete”.