"Fede e libertà": l'esercito pensante di biblisti e filosofi

Sette "lectio magistralis" in programma al Festival Biblico di Vicenza

Roma, (Zenit.org) | 346 hits

Anche in questa IX edizione, sono decine i biblisti e i filosofi che porteranno il loro contributo di pensiero a quel grande progetto culturale di comunità che è il Festival Biblico. Nei quasi 160 eventi che caratterizzano la IX edizione della kermesse sono più di 40 gli esperti della Parola che proporranno un modo nuovo di vivere e conoscere la Bibbia. All’insegna di “fede e libertà”, tema guida del 2013.

Oltre all’evento di apertura del 6 giugno in cui teologia e filosofia si confrontano apertamente, il Festival Biblico propone sette lectio magistralis equamente suddivise tra venerdì 7 e sabato 8 giugno.

Il 7 giugno, alle 15, al Palazzo delle Opere Sociali toccherà al filosofo Roberto Mancini far conoscere come “Vivere la fede nella libertà dell’amore”. Ordinario di Filosofia Teoretica presso l’Università di Macerata, Mancini dirige la collanaOrizzonte Filosoficodell’editrice Cittadella di Assisi. E’ membro del Comitato Scientifico della Scuola di Pace della Provincia di Lucca e della Scuola di Pace del Comune di Senigallia. Oltre a centinaia, tra articoli e saggi brevi, scrive quotidianamente di etica, antropologia filosofica e teoria della verità.

Profetica, nel vero senso della parola, la lezione di approfondimento di don Guido Benzi, direttore dell'Ufficio Catechistico Nazionale dalla Cei: il 7 giugno alle 16.30 a Santa Corona spiegherà come si incontrano “Fede e libertà nei profeti” delle Scritture.

Stefano Romanello docente di Esegesi del Nuovo testamento nello Studio Teologico Interdiocesano di Gorizia - Udine - Trieste, di cui è anche direttore, proporrà una meditazione sul piano di salvezza e, in particolare, sul dono dello Spirito tratto dalla Lettera di San Paolo ai Romani “Chi ci separerà dall’amore di Cristo (Rm 8,31)”. La sua lezione è prevista per le ore 18 del 7 giugno al Palazzo delle Opere Sociali.

È affidato a Paolo Ricca, professore emerito della Facoltà valdese di teologia a Roma, e fra le voci più autorevoli dell'evangelismo italiani, la prima lectio magistrali di sabato 8 giugno alle 11 al Palazzo delle Opere Sociali. “Legge di Dio, leggi degli Uomini” il titolo di una lezione che interroga da vicino il rapporto tra Scritture e quotidianità.

Sarà un’occasione per riscoprire la bellezza di un altro testo importante, il Canto dei Cantici, la relazione di Rosanna Virgili, biblista e studiosa di temi legati alla nuzialità nella Scrittura, che l’8 giugno alle ore 15 all’oratorio del Gonfalone è protagonista dell’evento “Fede e libertà nel Cantico dei cantici”. Alle 16.30, in Basilica Palladiana, si potrà conoscere la personalità e la profondità di Michela Marzano nella lectio “La fiducia e la librtà”.

A chiudere il novero delle lectio magistralis, l’8 giugno, alle 21, a Santa Corona, sarà padre Jean Louis Ska, professore Ordinario di Esegesi dell’Antico Testamento all’Istituto Biblico di Roma e considerato unanimemente tra i massimi esegeti contemporanei. “Biblica Cenerentola. Generosità e cittadinanza nel libro di Rut” è il titolo della sua lezione, in cui analizzerà la figura biblica di Rut, eroina moderna, rappresentazione della grazia di Dio.