Firme eccellenti per "One of Us"

Alla petizione per i diritti dell'embrione ha aderito anche il vescovo della Diocesi Ortodossa Romena d'Italia, monsignor Siluan Span

Roma, (Zenit.org) Elisabetta Pittino | 321 hits

Sua Eccellenza Monsignor Siluan, Vescovo della Diocesi Ortodossa Romena d’Italia che ha sede a Roma, ha firmato “Uno di Noi” il 28 maggio, durante il Festival dell'Architettura di Torino. Il Vescovo Siluan è il rappresentante della Chiesa ortodossa romena in Italia.

Il Festival, che si sta svolgendo a Torino, presso le OGR, dal 28 maggio al 1° giugno, ha ospitato il presule per presentare un nuovo progetto: la realizzazione del Centro di culto ortodosso romeno di Moncalieri come occasione di costruzione di una nuova identità urbana di un margine della città. Un confronto sul tema dell’integrazione socioculturale come occasione di rigenerazione urbana. Si tratta della Chiesa Ortodossa Romena, Paicon, Centro Studi Sociali Mario Becchis, che sta per essere ultimato a Moncalieri. Il centro, interamente ispirato alla tradizione delle architetture religiose lignee del Maramures, è il primo in Italia e il terzo in Europa.

“Gli sforzi di questa realizzazione non sono solo di tipo progettuale”, precisa l'architetto Andrea Cavaliere, socio Paicon e co-progettista. Essi, ha proseguito, “sono accompagnati soprattutto da motivazioni socio-culturali. La decisione di realizzare tale progetto è dettata dal desiderio di trasmettere attraverso l'architettura un forte segnale di identificazione sociale e culturale”.

Durante la presentazione del progetto, nello stand dedicato alla nuova Chiesa, il Vescovo ha voluto ufficializzare il suo appoggio a “Uno di Noi”, dopo avere parlato con il prof. Walter Boero, membro del direttivo nazionale del MPV italiano e presidente del MPV di Torino, che nei mesi scorsi, aveva presentato approfonditamente l’Iniziativa popolare europea.

Nello stand, sotto plastico, era appeso il manifesto di “Uno di Noi”. Una chiara volontà di indicare un nuovo tipo di identificazione sociale e culturale, quello della difesa della vita umana dal concepimento che unisce, religioni, culture e popoli diversi.

Il Vescovo ha firmato il modulo cartaceo dell’Iniziativa e ha invitato a fare lo stesso il nuovo console generale della Romania a Torino, presente all’inaugurazione del progetto, che ha da poco preso servizio.

Monsignor Siluan era accompagnato, oltre che da Valter Boero, da Padre Lucian della Parrocchia ortodossa della Santa Croce in Torino, che fa parte del CAV Filoteia, che, specializzato con la comunità romena, da anni lavora con successo nel territorio.