Francescani dell'Immacolata: non solo una questione liturgica

Secondo quanto riferito dal portavoce vaticano, padre Lombardi, la nomina di un Commissario Apostolico riguarda la vita della congregazione nel suo insieme

Citta' del Vaticano, (Zenit.org) | 696 hits

La nomina di un Commissario Apostolico per la Congregazione dei Frati Francescani dell'Immacolata riguarda la vita e il governo della Congregazione nel suo insieme e non solo questioni liturgiche. Lo ha dichiarato padre Federico Lombardi, direttore della Sala Stampa vaticana, rispondendo alla domanda di un giornalista.

La prescrizione di celebrare la liturgia secondo il rito ordinario – salvo esplicite autorizzazioni delle autorità competenti per l’uso della forma straordinaria - non intende contraddire le disposizioni generali espresse da Benedetto XVI con il Motu Proprio “Summorum Pontificum”, ma rispondere a problemi specifici e tensioni createsi in questa Congregazione a proposito del rito della celebrazione della Messa, ha specificato il portavoce vaticano.

Lo scopo che Benedetto XVI si era prefissato – ha concluso padre Lombardi - era infatti di superare tensioni e non crearne.

***

Fonte: Radio Vaticana