Franco Battiato alla Chiesa degli Artisti per "Una porta verso l'Infinito"

Il 22 febbraio, alle 11.30, il celebre musicista siciliano sarà intervistato dal giornalista Aldo Cazzullo per la sezione di Incontri "Frammenti di Bellezza"

Roma, (Zenit.org) | 991 hits

Sarà Franco Battiato il secondo protagonista di “Frammenti di Bellezza”, la sezione Incontri di “Una porta verso l’Infinito. L’uomo e l’Assoluto nell’arte”, progetto ideato e curato dall’Ufficio comunicazioni sociali del Vicariato di Roma in collaborazione con il Pontificio Consiglio della Cultura. Il celebre musicista siciliano verrà intervistato dal giornalista del “Corriere della Sera” Aldo Cazzullo venerdì 22 febbraio, alle 11.30, nella basilica di Santa Maria in Montesanto - Chiesa degli Artisti a piazza del Popolo. L’incontro pubblico sarà intervallato dalla proiezione di video di brani musicali del compositore.

Nato a Jonia (Catania) nel 1945, l’autore di “Centro di gravità permanente”, che in questi giorni è in tour con “Apriti Sesamo. Live 2013”, parlerà di come il rapporto tra musica e trascendenza e l’analisi della spiritualità siano sottese a tutto il suo percorso artistico.

«La produzione di Franco Battiato - spiega Francesco d’Alfonso, direttore artistico di “Una porta verso l’Infinito” - è attraversata da una contaminazione di generi musicali e da una intensa ricerca del trascendente che lo rendono un protagonista indiscusso del panorama musicale italiano. Dagli inizi romantici alla sperimentazione, passando per l’avanguardia colta, la musica etnica, leggera, il pop, il rock e il cross over, senza trascurare le sonorità elettroniche e l’opera lirica, in questo poliedrico artista la spiritualità diventa asse portante di molte opere. Basti pensare che la sua caleidoscopica produzione artistica include anche la “Messa arcaica”, composizione per soli, coro e orchestra commissionata dai frati francescani di Assisi nel 1993».

L’evento di venerdì 22 febbraio, come tutti gli appuntamenti di “Una porta verso l’Infinito. L’uomo e l’Assoluto nell’arte”, è a ingresso libero.