Gesù davvero esistito?

Valentina Alberici racconta in un libro un viaggio avventuroso sulle tracce di Gesù Cristo

Catanzaro, (Zenit.org) Anna Rotundo | 1419 hits

Regalare l'emozione di osservare da vicino alcune tra le più antiche e preziose testimonianze su Gesù giunte fino a noi. E' questo uno degli obiettivi del libro "Gesù è davvero esistito? Un viaggio avventuroso sulle tracce di Gesù" edito dalle Edizioni San Paolo nella collana "I più bei libri per ragazzi" e già tradotto all'estero.

L'autrice - Valentina Alberici, una laurea in Economia Aziendale all'Università Bocconi di Milano e un lavoro in campo informatico bancario - coltiva da sempre la passione per la storia, dedicandosi spesso a ricerche e contributi in ambito storico-artistico.

L'abbiamo incontrata per porle alcune domande.

Come è nato questo libro?

Valentina Alberici: E' nato in modo inaspettato. Un giorno mia figlia mi ha rivolto questa ‘strana’ domanda: “Mamma, ma Gesù è davvero esistito ?"  Probabilmente – ho pensato – dopo aver sentito tanto parlare di Gesù in parrocchia o a catechismo, sentiva il bisogno di accertarsi che tutte queste cose poggiassero su basi ben solide, e non fossero invece delle ‘storie’ per bambini. 

Allora ho cominciato a ricercare qualche pubblicazione che mi aiutasse a rispondere in modo adeguato a questa domanda che richiedeva certamente un approccio storico e una risposta puntuale e documentata. Con mia grande sorpresa, mi sono accorta che - tra i tanti libri che ho potuto sfogliare in libreria - nessuno faceva al caso mio, anzi tutti sembravano trascurare questo approccio.

Così ho deciso di mettermi al lavoro e di colmare personalmente questo vuoto.

All'inizio doveva venire fuori una cosa ad uso 'famigliare' , ma a un certo punto mi sono resa conto che lo sforzo che stavo facendo avrebbe potuto essere utile e prezioso anche per altri. Tanto più che su internet, la fonte di informazione ormai privilegiata dai ragazzi, si trovano tante inesattezze e affermazioni irragionevoli sull'argomento, scaturite da opinioni che niente hanno a che fare con un serio atteggiamento di ricerca. Da qui è nata l'idea del libro.

Come descriverebbe quest'opera?

Valentina Alberici: Per affrontare una domanda così impegnativa in modo esauriente e allo stesso tempo accattivante, ho scelto di proporre al giovane lettore un viaggio intorno al mondo sulle tracce di Gesù, privilegiando quei luoghi in cui è possibile vedere queste tracce con i propri occhi e invitandolo a valutarle con la propria testa. I luoghi visitati sono suggestivi e a volte imprevedibili , e per ciascuna tappa si prende un po’ di tempo per approfondire qualche curiosità legata al posto.

Quando si arriva a Manchester, ad esempio, si ricorda al lettore che – se è appassionato di calcio – non può perdersi l’occasione di vedere in azione giocatori del Manchester United, i famosi Red Devils! La tappa al Monastero di Santa Caterina nel deserto del Sinai dà invece l'opportunità di conoscere la storia avvincente  della straordinaria scoperta del Codice Sinaitico, uno dei manoscritti cristiani più preziosi al mondo.

E così via, in una serie di tappe che arrivano a toccare varie parti del mondo e che consentono di accedere ad istituzioni che sono veri e propri 'templi del sapere', invitando di volta in volta il lettore a divertirsi  ‘indossando’ i panni del papirologo, dell’archeologo o del detective. Ogni tappa termina con una tabella riassuntiva - un vero e proprio 'identikit ' - di quanto si è appena visto, in cui si forniscono tutte le informazioni necessarie per potersi recare di persona, o più comodamente via internet, a verificare e a vedere quanto detto.

I capitoli centrali del libro rappresentano le tappe di questo viaggio, il capitolo iniziale e finale servono invece ad offrire gli strumenti per utilizzare e interpretare al meglio le tracce individuate, in modo da poter arrivare a rispondere agevolmente alla domanda iniziale: Gesù è davvero esistito ? Il fatto che sia un libro concepito per i ragazzi mi ha piacevolmente ‘costretto’ e essere molto chiara nel linguaggio e a privilegiare sempre l’essenziale per  ogni argomento,  andando direttamente al ‘dunque’ per ogni questione affrontata.

A chi si rivolge?

Valentina Alberici: Il libro si rivolge a bambini e ragazzi, e intende fornire loro uno strumento prezioso - e allo stesso tempo interessante e coinvolgente – per approfondire la conoscenza di ciò che la storia ci ha conservato riguardo a Gesù.

Credo però che sia un ottimo strumento anche per gli adulti che si ritrovano a dover dare una risposta adeguata sull'argomento ai più giovani, o per quelli interessati ma che tuttavianon se la sentono di ‘rompersi’ la testa su testi che effettivamente possono risultare un po' pesanti. 

Alcune considerazioni di fondo possono sicuramente aiutare chi rischia di rimanere disorientato di fronte a certe affermazioni su Gesù che capita di trovare in internet, affermazioni del tipo: “Gesù non è mai esistito” o  “Gesù è un mito” o anche “i Vangeli non sono affidabili’ e così via. Allo stesso tempo, internet offre opportunità straordinarie che ho cercato di evidenziare e valorizzare nel libro.

Mi piacerebbe molto che questo testo potesse essere letto “a quattr’occhi”, consentendo a genitori e figli,  nonni e nipoti, adulti e giovanissimi di ‘partire’ insieme per un emozionante viaggio intorno al mondo sulle tracce di Gesù. 

* È possibile acquistare il libro seguendo questo link:
http://www.amazon.it/GESU-DAVVERO-ESISTITO-Valentina-Alberici/dp/8821570851/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1350925691&sr=8-1& tag=zenilmonvisda-21