Giunge in Terra Santa la fiaccola benedettina per la pace

Di ritorno in Italia i partecipanti al pellegrinaggio si recheranno dal Papa

| 709 hits

SPOLETO, 8 marzo 2004 (ZENIT.org).- Quest'oggi, la delegazione guidata da monsignor Riccardo Fontana, arcivescovo della diocesi Spoleto-Norcia, e costituita dal Sindaco di Norcia insieme ad altre autorità che ne compongono il seguito, è partita alla volta della Terra Santa per accendere lì la fiaccola benedettina.



"La 'Fiaccola Benedettina pro pace' - si legge in una nota giunta alla redazione di Zenit dalla Segreteria della Curia di Spoleto - "è un'iniziativa che precede ogni anno la celebrazione della Festa di San Benedetto il 21 marzo (Indulto Pontificio), nei luoghi dove egli visse".

Laddove "i Figli di San Benedetto, lungo il corso della storia, andarono a portare il loro prezioso contributo di animatori di civiltà" - prosegue la nota scritta - la Delegazione Benedettina torna ogni anno, in questo appuntamento tradizionale, ad incontrarsi con le principali autorità civili e religiose, ripercorrendo in questo modo "le vie della antica evangelizzazione monastica, portando una proposta di pace e di fraternità, nel segno della millenaria tradizione di fede e di cultura".

La Delegazione, formata anche dal senatore Pierluigi Castellani, dai presidenti delle Province di Perugia e Ascoli Piceno, dall'assessore della Regione Umbria Giampiero Bocci, si recherà domani, 9 marzo, a Betlemme presso la Basilica della Natività, per prendere parte alla funzione liturgica presieduta dal Patriarca latino di Gerusalemme Michel Sabbah.

Al termine della Santa Messa, la Fiaccola dalla delegazione benedettina verrà accesa nella Grotta della Natività, prima di essere portata il 17 marzo prossimo in Piazza San Pietro, in occasione dell'udienza generale del Mercoledì, durante la quale Giovanni Paolo II provvederà alla sua benedizione, rivolgendo anche un discorso ai partecipanti al pellegrinaggio.

In seguito i tedofori proseguiranno per i luoghi storici del monachesimo, fino a giungere il 20 marzo a Norcia, Città natale di San Benedetto, dove nell'ambito dei festeggiamenti in onore della memoria del Patrono d'Europa, al termine del saluto del Sindaco di Norcia, Alberto Naticchioni, Monsignor Riccardo Fontana, pronuncerà un discorso su "L'Unione Europea, il cristianesimo, e le radici dell'Europa".

Successivamente, il 21 marzo, il Nunzio Apostolico in Terra Santa, Monsignor Pietro Sambi, verrà accolto nella città umbra in presenza di numerose autorità, prima di presiedere verso le 11:OO la Solenne Concelebrazione Eucaristica, concelebrata da Monsignor Riccardo Fontana, Dom. PauIus Weigele, OSB, Abate di Ottobeuren, città gemellata, e dall'Arciprete della Concattedrale di S. Maria Argentea, Don Mario Curini ed infine dal Priore della Comunità Benedettina di Maria Sedes Sapientiae in Norcia, P. Cassian Folsom, OSB

Il vero promotore di questa iniziativa, a partire dal 1975, è stato Papa Paolo VI. Da allora ogni anno la Santa Sede non ha mai smesso di sostenere questa manifestazione, che culmina con un' Udienza Pontificia.