Gli appuntamenti ecumenici con il Patriarca Moraglia

Domani, l'incontro a San Marco con i rappresentanti delle Chiese cristiane di Venezia. Sabato, una veglia con la comunità ortodossa romena nella chiesa mestrina di S. Lucia a Mestre

Venezia, (Zenit.org) | 204 hits

L’edizione 2014 dell’incontro che, tradizionalmente, la Diocesi veneziana dedica in questo periodo dell’anno alla preghiera per la pace si presenta con una grande novità. Il giorno prescelto (25 gennaio) per la marcia-veglia diocesana della pace combaciava, infatti, con la chiusura della Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani e così - raccogliendo lo stimolo offerto da Papa Francesco con il suo messaggio per la Giornata mondiale della Pace sul tema “Fraternità, fondamento e via della pace” - l’ultimo e già previsto incontro della Settimana ecumenica diventa, insieme, anche l’occasione speciale di preghiera e veglia per la pace e si concluderà con momento conviviale di fraternità.

L’appuntamento è fissato per sabato 25 gennaio, alle ore 18.30, nella piccola chiesa ortodossa romena “S. Lucia” situata in via Monte Piana 35 a Mestre, non lontana da via Piave e dalla stazione ferroviaria. Ci sarà la preghiera del Vespro ortodosso, celebrato in lingua italiana e presieduto da padre Avram Matei, mentre la predicazione sarà tenuta dalla confessione cattolica; nella circostanza, davvero eccezionale, sarà il Patriarca Francesco a svolgerla.

Viste le dimensioni ridotte della chiesetta si sta inoltre allestendo un tendone a fianco, con tanto di schermo, per permettere a tutti i partecipanti di seguire con attenzione l’incontro di preghiera. Al termine, spazio alla convivialità che metterà insieme e offrirà alcune pietanze tipiche delle varie comunità completando così la serata di fraternità.

“Vogliamo proporre e compiere un gesto concreto di fraternità, non limitandoci solo a riflettere tra noi“, racconta don Marco De Rossi, vicedirettore della Pastorale sociale e del lavoro del Patriarcato che sta organizzando l’incontro con la Pastorale giovanile e l’Ufficio diocesano per l’ecumenismo e il dialogo. “Viste le coincidenze esistenti - prosegue - abbiamo deciso di riunirci insieme e di pregare insieme per la pace, tra fratelli delle varie confessioni cristiane, in particolare con gli ortodossi rumeni che lì si ritrovano abitualmente. E una cosa bella sarà poi anche mangiare insieme, che è sempre segno grande di fraternità”.

Nel pomeriggio di sabato 25 gennaio è poi confermata l’iniziativa rivolta ai giovanissimi delle superiori con i “laboratori” sui temi della pace e della fraternità: l’appuntamento si svolgerà, a partire dalle ore 14.45, nel patronato della parrocchia S. Maria Immacolata di Lourdes in via Piave a Mestre. I laboratori riguarderanno i seguenti ambiti: “Paternità di Dio, fraternità degli uomini” - “Conflitti da risolvere” - “Informazione sui conflitti in atto” - “Vivere le relazioni tra noi”. Ci saranno anche alcune brevi testimonianze su Iraq, Siria ed Egitto mentre la conclusione (con tanto di musica, “sms fraterno”, merenda e preghiera finale) è prevista intorno alle 17.30.

Sempre nell’ambito della Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani, promossa dal Consiglio locale delle Chiese cristiane di Venezia, si segnala inoltre l’incontro di preghiera in programma venerdì 24 gennaio alle ore 18.30 nella basilica di S. Marco a Venezia (con predicazione anglicana e cattolica); interverrà il Patriarca mons. Francesco Moraglia insieme ai rappresentanti delle altre confessioni cristiane.