Gli auguri della CEI a Benedetto XVI

Il testo del telegramma firmato dal cardinale Bagnasco e da monsignor Crociata

| 970 hits

ROMA, lunedì, 16 aprile 2012 (ZENIT.org).- In occasione dell'85° genetliaco di Joseph Ratzinger, che si festeggia oggi, e del 7° anniversario della sua ascesa al soglio petrino, che ricorre giovedì 19 aprile, la presidenza della Conferenza Episcopale Italiana (CEI) ha mandato un messaggio di augurio a Papa Benedetto XVI. Il telegramma è firmato dal cardinale Angelo Bagnasco e da monsignor Mariano Crociata, rispettivamente presidente e segretario generale della CEI.

***

A Sua Santità BENEDETTO XVI

00120 CITTÀ DEL VATICANO

Beatissimo Padre,

nella luce pasquale del Crocifisso Risorto, la Chiesa che è in Italia si stringe attorno a Lei in occasione delle felici ricorrenze del Suo ottantacinquesimo compleanno e del settimo anniversario della Sua elezione pontificale.

Il nostro augurio è sostanziato dalla preghiera, con la quale chiediamo al Signore, che l’ha chiamata alla vita e l’ha scelta nell’ordine episcopale, di conservarla alla Chiesa intera quale guida e pastore del popolo santo di Dio.

Sostenuti dal Suo illuminato magistero e della Sua indefettibile testimonianza, intendiamo affrontare con rinnovata convinzione il cammino della sequela di Cristo, accogliendo con particolare disponibilità e corale impegno l’Anno della fede. La Sua decisione di valorizzare in questo modo il cinquantesimo anniversario dell’apertura del Concilio Vaticano II e i vent’anni del Catechismo della Chiesa Cattolica ci trova attenti a intensificare la riflessione sulla fede, l’adesione al Vangelo, la responsabilità sociale di un annuncio coraggioso e franco.

Santità, possa avvertire tutta la stima e la gratitudine con la quale La circondiamo, mentre invochiamo la Sua paterna benedizione sulle nostre Comunità ecclesiali e sull’intero popolo italiano.

Angelo Card. Bagnasco
Presidente della CEI

+ Mariano Crociata
Segretario Generale

Roma, 16 aprile 2012