GMG: incontro internazionale a Rocca di Papa

Un bilancio di Madrid 2011, con lo sguardo verso Rio 2013

| 1227 hits

CITTA’ DEL VATICANO, giovedì, 22 marzo 2012 (ZENIT.org) – Quattro giorni per celebrare, “sempre lieti nel Signore” (Fil 4,4), la XXVII Giornata Mondiale della Gioventù. L’appuntamento è a Rocca di Papa dove, dal 29 marzo al 1 aprile prossimi, su invito del Pontificio Consiglio per i Laici, si incontreranno i responsabili di pastorale giovanile di tutto il mondo.

Si tratta del primo incontro internazionale degli incaricati delle GMG in vista dell’evento di Rio de Janeiro, in programma per l’estate 2013: un importante momento di riflessione per gli operatori – più di 300 in rappresentanza di circa 98 paesi e 45 comunità, associazioni e movimenti giovanili cattolici. All’incontro parteciperanno inoltre i Comitati organizzatori locali di Madrid 2011 e di Rio de Janeiro 2013 al completo.

Dopo l’importante discorso pronunciato da papa Benedetto XVI, lo scorso 22 dicembre alla Curia Romana, dedicato in gran parte alla Giornata Mondiale della Gioventù di Madrid, il 2012 è l’anno chiave per l’evoluzione di questi importanti eventi: seguendo l’itinerario pastorale tracciato dal Santo Padre per i prossimi anni, la dinamica dell’incontro andrà alla XXVI GMG Radicati e fondati in Cristo, saldi nella fede (cfr. Col 2,7), attraverso Siate sempre lieti nel Signore! (Fil 4,4) per arrivare alla dimensione missionaria, esplicita nel tema della XXVIII GMG: Andate e fate discepoli tutti i popoli (Mt 28,19).

I lavori del convegno inizieranno giovedì 29 marzo con il saluto introduttivo del cardinale Stanislaw Rylko, Presidente del Pontificio Consiglio per i Laici. L’intera giornata sarà dedicata alla verifica di Madrid 2011, “una vera cascata di luce e di speranza”, con gli interventi del cardinale Antonio Maria Rouco Varela, arcivescovo di Madrid, Yago de la Cierva, Direttore esecutivo della GMG 2011, e don Gregorio Roldan, Segretario generale della GMG 2011, che analizzeranno gli aspetti organizzativi e pastorali dell’evento, il suo impatto sulla diocesi di Madrid e sulla pastorale giovanile dell’intera Spagna. Si farà un bilancio dei frutti pastorali della GMG nei cinque continenti, arricchito da interventi e testimonianze dei partecipanti. La celebrazione eucaristica presieduta dal card. Rouco Varela concluderà la giornata.

Verso Rio 2013 è invece il tema dei lavori di venerdì 30 marzo: si comincerà a conoscere la ricchezza delle Chiesa brasiliana con monsignor Orani Joao Tempesta, arcivescovo di Rio e Janeiro, mosnignor  Eduardo Pinheiro da Silva, Presidente della Commissione episcopale per Gioventù del Brasile, e don Carlos Savio, responsabile del Settore Gioventù della Conferenza episcopale del Brasile che, insieme a tutto il Comitato organizzatore, presenteranno le ragioni, le sfide e le aspettative di questa nuova tappa delle Giornate Mondiali.

La giornata di sabato 31 marzo sarà infine l’occasione per una riflessione comune sul tema Formare i giovani: una missione prioritaria della Chiesa, con gli interventi di monsignor Josef Clemens, Segretario del Pontificio Consiglio per i Laici, e di don Fabio Attard, Consigliere generale dei Salesiani per la pastorale giovanile, seguiti da diverse testimonianze e approfondimenti sul tema.

Domenica 1 aprile i delegati parteciperanno alla Santa Messa delle Palme, presieduta da Benedetto XVI in piazza San Pietro, con la celebrazione diocesana della XXVII Giornata Mondiale della Gioventù. L’incontro si concluderà presso il Centro internazionale giovanile San Lorenzo.