Governo. Bene le parole, ora le famiglie vogliono i fatti

Il presidente Belletti: «Spero che insieme alle giuste scelte di equità si operi anche su lavoro e famiglia, i due pilastri per le persone e la società»

Roma, (Forum Associazioni Familiari) | 387 hits

«Nella presentazione che il presidente Letta ha fatto alla Camera del suo governo le famiglie hanno potuto ritrovare alcune parole che aspettavano da tempo di sentire» commenta Francesco Belletti, presidente del Forum. «È piaciuto l’annuncio della sospensione dell’Imu per la prima casa. Ci auguriamo che possa diventare una cancellazione definitiva o almeno una correzione che tenga conto del reddito e della composizione del nucleo familiare».

«È piaciuto il riferimento agli interventi per le famiglie sotto la soglia di povertà. Speriamo che, nel rispetto dell’articolo 53 della Costituzione, per queste famiglie, possa tradursi in una efficace protezione dalla povertà o una no-tax-area che salvaguardi il reddito disponibile secondo i carichi familiari».

«È piaciuto che si sia parlato di nuovo welfare. Contiamo che possa portare ad un nuovo Isee molto più vicino alle famiglie della proposta elaborata dal governo Monti; ad una riforma dei consultori familiari ed a nuovi spazi per il privato sociale. «È piaciuto l’impegno a ridurre i costi della politica a cominciare dallo stipendio dei ministri. Speriamo che a questa volontà di procedere a giustissime scelte di equità si accompagni la consapevolezza di dover operare sulle due priorità assolute per il nostro Paese: lavoro e famiglia» conclude Belletti «i due pilastri insostituibili per le persone e per la società».