Gran Bretagna: 32.000 rosari recitati per la visita papale

Iniziativa di Aiuto alla Chiesa che Soffre

| 1484 hits

ROMA, lunedì, 6 settembre 2010 (ZENIT.org).- In vista della visita di Papa Benedetto XVI in Gran Bretagna, dal 16 al 19 settembre, l'associazione caritativa internazionale Aiuto alla Chiesa che Soffre (ACS) ha lanciato un appello speciale che ha riscosso un grande successo.

L'associazione ha chiesto di aiutare a preparare la visita del Pontefice recitando il rosario. I suoi sostenitori hanno recitato più di 32.000 decine.

I fedeli hanno anche richiesto la celebrazione di quasi 11.500 Messe per le intenzioni del Papa.

Fondamentale per il successo dell'iniziativa, intitolata “Prayer-Action”, è stato l'incoraggiamento a sostenere l'opera di ACS in Medio Oriente, una regione prioritaria per il Papa.

La sezione britannica di ACS ha ricevuto più di 6.300 donazioni per la sua opera per il Medio Oriente, che include il sostegno ai seminaristi, ai catechisti, alle religiose e ad altri operatori nella formazione religiosa, l'aiuto economico ai sacerdoti poveri e perseguitati, la distribuzione della Bibbia del Fanciullo e di altre opere cattoliche, l'appoggio ai mezzi di comunicazione e la costruzione di chiese e altri edifici religiosi.

Sottolineando la risposta entusiasta all'appello per la “Prayer-Action”, il direttore di ACS in Gran Bretagna, Neville Kyrke-Smith, ha detto che “se tra i media secolari c'è stata molta negatività circa la visita di Papa Benedetto, è un segno straordinario di fede che gli amici di Aiuto alla Chiesa che Soffre abbiano rinnovato il proprio impegno a pregare per il Santo Padre e la Chiesa sofferente”.

“Lo spirito del Cardinale Newman è molto vivo, e la generosità di tanti cattolici parla 'cuore a cuore' a tutti coloro che soffrono al giorno d'oggi”, ha aggiunto citando il motto episcopale del Cardinale che verrà beatificato dal Papa durante la visita, “Il cuore parla al cuore”.

“L'impegno di preghiera equivale a più di sei mesi di preghiera ininterrotta”, ha detto Kyrke-Smith. “La nostra speranza è che le preghiere continuino, a sostegno della proclamazione del Vangelo nel mondo odierno pieno di sfide”.

I nomi dei sostenitori dell'iniziativa “Prayer-Action” sono stati inseriti in un libro commemorativo della visita di Benedetto XVI nel Regno Unito compilato da ACS.

La responsabile per la raccolta fondi e marketing manager di ACS Gran Bretagna Patricia Hatton, tra i promotori dell'iniziativa, ha affermato che ciò è servito a “dare una voce a tutti i benefattori di ACS che, di fronte all'indifferenza o alle reazioni negative dei media, credono fortemente nel messaggio di Cristo e sono convinti che la preghiera abbia il potere di rafforzare la vita della Chiesa”.