Grandi anteprime al Festival Biblico

L'evento inizia domani, 1° maggio, con un incontro tenuto da mons. Saad Sirop, Vescovo Ausiliare del Patriarcato di Babilonia dei Caldei

Roma, (Zenit.org) Redazione | 373 hits

In attesa di entrare nel clou degli eventi del Festival Biblico, la rassegna culturale sulle Sacre Scritture propone ancora due imperdibili anteprime. Il primo maggio mons. Saad Sirop, Vescovo Ausiliare del Patriarcato di Babilonia dei Caldei, terrà al Palatezze di Arzignano un incontro sul tema L’ospitalità di Abramo, paradigma biblico di una società ospitale. Il 5 maggio, invece, alla Chiesa S. Maria in Araceli di Vicenza, Paolo Doni, teologo e Vicario Generale della Diocesi di Padova, e Paolo Madron, giornalista economico, si incontreranno per un dialogo tra economia, fede e futuro. Sempre il 5 maggio, inoltre, prenderà il via la rassegna cinematografica dedicata al tema del Festival Biblico e ai grandi registi, da Carlo Mazzacuratia a Francesco Bruni, che coinvolgerà molti ospiti e ben 3 sale: l’Ekuò Cinema Leone XIII, il Cinema Primavera e, durante il festival, il Cinema Araceli.

L’incontro di domani con mons. Saad Sirop è organizzato con la collaborazione della Comunità Abramo che, in occasione del IV convegno annuale, oltre all’appuntamento con Sirop, darà vita ad un’intera giornata ricca di  incontri e ospiti tra cui Umberto Tozzi; Inga Marcel, violinista internazionale; Joy Team, artista musicale; Hope Worship Choir; mons. Lodovico Furian, Vicario Generale Diocesi di Vicenza; mons. Anton Gouder, Provicario generale dell'Arcidiocesi di Malta; Don José Javier Llopis Portes, vicario episcopale dell’Evangelizzazione e presidente della Commissione per la catechesi dell’Arcidiocesi di Valencia e mons. Donal Mckeown, vescovo di Derry.

Altro tema interessante e decisamente attuale, Tempo di crisi, tempo di speranza?, è quello che porterà a Santa Maria in Araceli di Vicenza, lunedì 5 maggio alle 20.30, Paolo Doni, teologo e Vicario Generale della Diocesi di Padova e Paolo Madron, giornalista economico. Saranno davvero molti gli interrogativi su cui si confronteranno i due esperti, moderati da Matteo Pasinato della Facoltà teologica del Triveneto. I dati allarmanti della situazione economica, anche se apparentemente in miglioramento, ci portano ad interrogarci sui tempi che viviamo, tra prospettive disperate e attese di speranza. Che cosa la Scrittura può dirci su questo? Possiamo pensare modelli e pratiche economiche diverse dal modello vigente? Quali segni di speranza si trovano nelle vite dei singoli e delle comunità? Quali messaggi ci vengono dalla Dottrina Sociale della Chiesa? Doni e Madron ne discuteranno cercando di analizzare nel concreto una realtà che spaventa ma che può avere già in sé i semi per un futuro diverso, soprattutto alla luce della guida delle Scritture nei cui testi, molto spesso, si ritrovano buone prassi attuabili e contemporanee.

Sempre lunedì 5 maggio prende il via la rassegna cinematografica del Festival Biblico. Alle 18.00 verrà proiettato Ritratti: Andrea Zanzotto, mentre alle 20.00  Ritratti: Mario Rigoni Stern. Saranno presenti in sala Enzo Pancera (Il Giornale di Vicenza), Paolo Cottignola (montatore), Francesco Bonsembiante (produttore), Cecilia Valmarana (produttrice RAI). La Retrospettiva su Mazzacurati continuerà poi lunedì 12 maggio alle 20.30 con Notte Italiana, presentato da Miro Soli (Istituto Poster Vicenza) e lunedì 19 maggio, sempre alle 20.30, con Sei Venezia  presentato da Enzo Pancera (Il Giornale di Vicenza) e Marco Pettenello (sceneggiatore). L’ingresso è con biglietto.

L’Ekuò Cinema Leone XIII e Patronato Leone XIII in collaborazione con Ufficio Famiglia e Ufficio Scuola della Diocesi presentano invece Uno sguardo sulla famiglia di oggi tra crisi e speranze. Tre gli appuntamenti: domenica 11 maggio alle 16.00 verrà proiettato un film per ragazzi sul tema del festival, martedì 13 maggio alle 21.00 in salaci sarà Noi 4 di Francesco Bruni, mentre martedì 20 maggio alle 21.00 La gente che sta bene di Francesco Patierno. Tutti gli appuntamenti prevedono un biglietto ridotto e i due sulla famiglia (un terzo appuntamento ci sarà durante il festival) sono introdotti da Don Alessio Graziani, coordinamento Acec – Sale della Comunità. A fine proiezione è previsto un dibattito.