Guyana: problemi cardiaci per il cardinale Barbarin

L'arcivescovo di Lione non potrà proseguire il suo viaggio verso Rio

Roma, (Zenit.org) | 351 hits

Il cardinale arcivescovo di Lione, Philippe Barbarin, che stava accompagnando i giovani della sua diocesi alla Giornata Mondiale della Gioventù 2013 di Rio de Janeiro, domenica 21 luglio ha avuto un doppio attacco cardiaco a Cayenne, nella Guyana francese, ed è stato ricoverato a Martinica. 

“Mi affido alle vostre preghiere e affido a voi soprattutto i giovani che stanno per vivere la grande avventura della GMG di Rio attorno a papa Francesco. Purtroppo non potrò essere con loro, ma le mie preghiere li accompagneranno ancora di più”, ha assicurato il porporato all’équipe diocesana di Lione. 

La sfortuna sembra accompagnare il viaggio dei giovani pellegrini francesi verso Rio. In un incidente di autobus nella Guyana Francese è rimasta uccisa il 17 luglio scorso una ragazza ventunenne di Parigi, Sophie Morinière, e un guasto all’aereo a São Paulo sta bloccando i giovani a Cayenne. 

“Le condizioni dell’arcivescovo di Lione non sono considerate preoccupanti”, hanno riferito i suoi familiari, ma comunque il primate delle Gallie non potrà continuare il suo viaggio verso Rio. 

Il cardinale Barbarin era arrivato giovedì 18 luglio a Cayenne, dove si era unito al gruppo di circa 700 giovani francesi, provenienti da Lione, dalla regione parigina, e dalle diocesi di Evreux e di Cayenne. 

Il loro aereo, della compagnia White Jet, è bloccato per un guasto a São Paulo. Il gruppo potrà lasciare Cayenne solo domani, per arrivare a Rio in tempo per la festa di accoglienza dei giovani sul lungomare di Copacabana, in programma la sera di giovedi 25 luglio. 

Il delegato della GMG per la diocesi di Parigi, padre Christophe de Lussy, sottolinea che le autorità locali stanno facendo tutto per consentire a 700 giovani di raggiungere Rio. Ospitati in palestre e scuole di Cayenne, i giovani sono "riconoscenti dell'ospitalità della popolazione di Guyana, che si è mobilitata per accoglierli". 

Circa 5.500 francesi sono attesi all’incontro mondiale dei giovani, che sta per iniziare nella metropoli carioca, sotto la protezione del Cristo Redentore del Corcovado e della Madonna di Aparecida.