"High tech" al servizio delle parrocchie

La Diocesi di San Benedetto del Tronto ospita una delle aziende leader nel settore di prodotti elettronici per finalità ecclesiastiche

San Benedetto del Tronto, (Zenit.org) Nicola Rosetti | 391 hits

La nostra Diocesi ospita una delle aziende leader nel settore di prodotti elettronici per finalità ecclesiastiche. Stiamo parlando della Belltron. Per conoscere meglio questa attività imprenditoriale, abbiamo intervistato Filippo Vallesi che insieme al suo socio Giuseppe Libetti è a capo della Belltron.

Quali sono i prodotti che producete?

Filippo Vallesi: Belltron progetta, produce e commercializza sistemi di campane elettroniche, motori per campane vere a controllo elettronico, sistemi di diffusione audio e voce, animatori liturgici, organi elettronici, sistemi mobili per processioni e tanti altri prodotti per migliorare la qualità sonora ed estetica degli impianti ecclesiastici e agevolare le mansioni del parroco. Prodotti di alta qualità e grande flessibilità, tecnologicamente evoluti e allo stesso tempo facili da usare.

Quante persone mandano avanti l’azienda?

Filippo Vallesi: Dinamico, unito e capace di pensare con spirito di gruppo, il personale Belltron si sente felice di collaborare per il buon esito del prodotto finale e per risolvere le necessità del cliente. Composto da professionisti esperti, motivati e tecnicamente specializzati. Sempre aggiornato sulle nuove tecnologie e pronto a sperimentare nuove applicazioni. Il team Belltron ascolta e valorizza il cliente mettendo le sue esigenze al centro di ogni scelta aziendale. Il nostro team è formato da 18 persone: Tatiana cura le relazioni con l’Italia, Rosa quelle con l’Irlanda e gli Stati Uniti, Patrizia si occupa di quelle con la Francia mentre Alena cura quelle con la Russia e l’Est Europa. Per quanto riguarda l’aspetto commerciale, se ne occupa Alessandro, mentre la contabilità è curata da Nazzareno. La produzione, visionata da Giuseppe, per quanto riguarda la progettazione degli hardware è curata da Francesco e Roberto mentre quella dei softwere da Marco e Maurizio. Alessio, Gabriele, Mara e Daniela lavorano nel laboratorio assemblaggio e test. Tutto ciò che riguarda l’assistenza è gestito da Marco. In magazzino abbiamo Peppe e Angelo. Le istallazioni sono eseguite da Angelo, Giuseppe e Alessandro. Per gli acquisti ci avvaliamo della collaborazione di Gianluca

Quando e come è nata la Belltron?

Filippo Vallesi: La passione Belltron nasce dall’attenzione verso le esigenze dei sacerdoti i quali, fin dagli albori, hanno contribuito alla realizzazione del primo campanile elettronico al mondo senza parti meccaniche in movimento.

Negli anni ’80 un parroco di San Benedetto del Tronto, don Marino Ciarrocchi, preoccupato del suo inefficace e superato impianto di campane, si avvalse di due tecnici affinché studiassero un nuovo sistema affidabile e fedele per la sua parrocchia. Nacque così il TBS 484, precursore di una serie in continua evoluzione di apparecchiature elettroniche per le Chiese. Riusciti egregiamente nell’intento e soddisfatto appieno il parroco, i due tecnici decisero di fondare Belltron.

Fino a dove si svolge la vostra attività commerciale?

Filippo Vallesi: Belltron progetta, produce e vende apparecchiature digitali altamente tecnologiche rivolte esclusivamente al mercato ecclesiastico. La differenza sostanziale con le altre aziende è l’offerta della qualità italiana al 100%. La Belltron è lieta di offrire la sua eccellenza del “made in Italy” all’estero. Prodotti certificati e approvati in un numero elevato di nazioni. Grazie all’ampio spettro di offerte, soluzioni e prodotti, vantiamo la presenza dei nostri marchi in oltre 15.000 chiese e in centinaia di cattedrali in Italia e nel mondo.

Attualmente i nostri prodotti sono commercializzati nei seguenti paesi: Canada, U.S.A., Francia, Irlanda, Inghilterra, Portogallo, Spagna, Israele, Croazia, Romania, Ucraina, Bielorussia, Russia, Malta, Cile, Brasile, Venezuela, Indonesia, Giappone. Un’azienda nata per mettere la tecnologia al servizio della Chiesa.

Vi sono giunte richieste particolari durante la vostra attività lavorativa? (puoi menzionare qualche richiesta buffa o eccentrica)

Filippo Vallesi: Una richiesta abbastanza singolare è stata quella che ha visto nascere il primo incensiere elettronico.

L’incensiere elettronico è stato realizzato dalla Belltron a seguito delle esigenze di un parroco di Castel Frentano, in provincia di Pescara (Italia): Don Costantino Parente (Mod. DCP 102).

Il sacerdote, oltre alla sua attività pastorale, si dedica a escogitare continue innovazioni per migliorare la qualità della vita dei fedeli e armonizzare le celebrazioni con tecniche più sofisticate. L’idea dell’incensiere elettronico è nata dalla necessità di rendere meno difficoltosa la procedura di accensione dei carboncini e della dispersione dell’incenso durante la messa. L’incensiere classico prevede l’accensione dei carboncini e poi l’inserimento dell’incenso. Non sempre si riescono ad accendere immediatamente i carboncini a causa dell’umidità oppure capita che si possa alzare troppo la temperatura creando piccoli incendi.

Il funzionamento dell’incensiere elettronico invece è semplice, sicuro e totalmente automatico. Dopo aver inserito l’incenso è sufficiente premere il tasto di avviamento e, in pochi secondi, l’incenso brucia erogando abbondante fumo grazie al calore prodotto dalla resistenza che non supera i 500 gradi. Tutto il fumo prodotto avrà il solo aroma dell’incenso.

Affinché il turibolo faccia fumo è necessario immettere incenso all’occorrenza, conforme quindi a quanto prevede il cerimoniale dei Vescovi al nr. 90.

Si spegne automaticamente dopo tre minuti. Se c’è necessità di spegnerlo prima del tempo si dovrà pigiare di nuovo il tasto di avviamento, mentre per prolungarne la durata, bisogna pigiare il tasto di avviamento al termine dell’incensata.

Poi ce ne sarebbero molte altre, come ad esempio campanili elettronici in case private (negli Stati Uniti vanno molto). Oppure la richiesta del comune di Helsingborg (Svezia) di un campanile elettronico per controllare l’orologio da torre e le svariate melodie tradizionali svedesi, che suonano in diversi momenti della giornata. O quando Angelo il “super tecnico”, è andato nel Benin a installare un impianto audio in una cattedrale nella giungla…

Quali sono i punti di forza della vostra azienda?

Filippo Vallesi: La nostra azienda è leader da un punto di vista tecnico e punto di riferimento nel mondo. Le idee innovative rispondono oggi alle esigenze del domani. Uno dei fattori decisivi per il successo dell’azienda è il suo spirito pioneristico con il quale mette sempre in discussione i risultati raggiunti aspirando a migliorarli costantemente. È così che nascono le innovazioni grazie alle quali Belltron si afferma continuamente come propulsore all’interno del settore, tramite tecnologia altamente efficiente e apprezzata in tutto il mondo. Successo del quale non ci accontentiamo mai.

Possiamo dare ai nostri lettori che eventualmente sono interessati ai vostri prodotti i riferimenti per contattarvi?

Filippo Vallesi: Certo! Trovi tutto sul sito www.belltron.com

Comunque ti do qualche coordinata:

Coordinate GPS: 42.87859, 13.83897
Zona Industriale VALLECUPA
64010 – COLONNELLA (TE) – ITALY
Tel. (+39) 0861 753521 – Fax (+39) 0861 749564
Numero Verde: 800-124.551

Per approfondimenti o informazioni: www.nicolarosetti.it

(Articolo tratto da Àncora Online, il settimanale della Diocesi di San Benedetto del Tronto)