"Holywin": il lato luminoso della notte del 1 novembre

Sono numerosi i gruppi giovanili di preghiera che in tutta Italia celebrano la veglia di Ognissanti

| 1129 hits

di Maria Gabriella Filippi

ROMA, mercoledì, 31 ottobre 2012 (ZENIT.org) - Tra il rumore sordo delle zucche e lo strepitare affannoso di streghe e vampiri che con tanto chiasso inscenano la loro macabra gara per appropriarsi della festosa giornata di Ognissanti, sono numerose le iniziative di giovani, gruppi, chiese e parrocchie che si preparano a festeggiare e riscoprire i loro amati patroni e santi.

Tra queste riprende il via l’idea alternativa, lanciata cinque anni fa dalle Sentinelle del Mattino, per vivere al meglio la vigilia di una delle più grandi ricorrenze della nostra tradizione: “In questo momento la vera trasgressione è questa: qualsiasi cosa vada contro la moda, quindi ricordarsi dei santi”, riflette il partecipante di una delle scorse edizioni di Holyween, la ‘sera dei santi’. Si tratta di un’iniziativa volta in positivo per ricordare a tutti i cristiani che si possono riconoscere viventi quelle persone che lasciano dietro loro una traccia luminosa, gente comune che quotidianamente, e semplicemente, ha amato.

L’invito ha riscosso un crescente interesse da parte di scuole, ospedali, chiese e normali case private, e il gruppo delle Sentinelle del Mattino esorta ad appendere su porte, finestre e balconi di case e parrocchie i volti delle tante persone che hanno fatto brillare di luce il mondo, i santi: è possibile stampare in proprio le loro immagini scaricando i files già predisposti dal sito web www.sentinelledelmattino.org/blog/2012/10/holyween-un-santo-su-ogni-porta.

Tra le svariate iniziative messe in campo a Roma per la notte del 31 ottobre si segnala la celebrazione della Santa Messa alle 22.30 presso la Basilica di Santa Anastasia, seguita da una processione eucaristica con fiaccolata al Circo Massimo: la cerimonia verrà presieduta da don Aldo Bonaiuto, animatore generale del servizio ‘Antisette’ dell’Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII, fondata da don Oreste Benzi , il quale raccomanda di rivolgersi al numero verde 800 22 88 66, tutti coloro che potrebbero venire a conoscenza di personaggi o gruppi che compiano azioni illecite, dissacrazioni, reati o crimini.

Spopolano dunque gli appuntamenti a Roma, Torino, Sassuolo, Genova, Ancona, Benevento e in tante altre città italiane per quelli che, forse tra i più trasgressivi, desiderano lanciare un messaggio di speranza: “Noi festeggiamo la gioia di vivere e i santi che ce l’hanno testimoniata… Cedesi scheletri a zucche vuote”.