I francescani e il Concilio Vaticano II

Alla Pontificia Università Antonianum, l'incontro "Vita religiosa e concilio Vaticano II - I francescani tra attualità e ritorno alle fonti"

| 1160 hits

ROMA, mercoledì, 2 maggio 2012 (ZENIT.org) - La prossima settimana, lunedì 7 maggio, alle ore 16, si terrà presso la Facoltà di Teologia della Pontificia Università Antonianum l'incontro "Vita religiosa e concilio Vaticano II - I francescani tra attualità e ritorno alle fonti".

Il convegno è organizzato dall'Ateneo in collaborazione con l'Université Lumière Lyon 2 - Laboratoire de Recherche Historique e Rhône-Alpes - Religions, Sociétés et Acculturation.

Tra i relatori: il prof. Christan Sorrel, docente di Storia contemporanea all'Università Lumière Lyon 2, che interverrà sul tema "Il rinnovamento conciliare tra i religiosi nel contesto francese"; e il prof. Giancarlo Rocca, docente presso la Pontificia Facoltà di Scienze dell'Educazione «Auxilium» di Roma, che discuterà su "Religiosi e Vaticano II", con riferimento al caso italiano.

Nell'ambito del convegno verrà approfondito, inoltre, il volume di Giuseppe Buffon, San Francesco d’Assisi: fonti francescane e rinnovamento conciliare (Messaggero, Padova 2011).

Il processo di rinnovamento intrapreso dai francescani per impulso del Concilio Vaticano II sembra trovare nell’ambiente socio-culturale ed ecclesiale francese un terreno particolarmente fertile.

La Chiesa francese è in prima linea sul piano dell’attenzione missionaria verso una incipiente secolarizzazione, come dimostra l’esperienza del clero operaio. In particolare, essa è disposta alla sperimentazione pastorale, apprezzabile, ad esempio, nelle iniziative intraprese per la fondazione e sviluppo del Centro Pastorale per le Missioni Interne.

Il cattolicesimo francese si distingue per la riflessione teologica dei grandi maestri del Concilio Vaticano II e, soprattutto, per l’impegno editoriale di divulgazione dei temi di carattere religioso e spirituale, nel cui quadro si colloca il progetto di traduzione delle fonti francescane.

“Tradurre”, ovvero “attualizzare” testi appartenenti alla tradizione cristiana, per farne strumento di riflessione e formazione: pare questo l’obiettivo principale dell’editoria cattolica
e, nel caso specifico, francescana francese.

L’attenzione all’attualità diventa così non solo strategia editoriale, ma anche cifra interpretativa, principio ermeneutico. Attenzione all’attualità: non è forse questo il principio sul quale si fonda lo stesso aggiornamento conciliare?

*

Per maggiori informazioni:

Pontificia Università Antonianum (Via Merulana, 124 - 00185 Roma)

Tel. 06670373502

Mail: segreteria@antonianum.eu

Web: www.antonianum.eu