I giornalisti polacchi in pellegrinaggio a Jasna Góra

Nel suo messaggio mons. Wacław Depo, metropolita di Czestochowa, ha esortato tutti i giornalisti a "proclamare la verità" e ad affidare il proprio lavoro a Maria

| 643 hits

di Don Mariusz Frukacz

CZESTOCHOWA, giovedì, 11 ottobre 2012 (ZENIT.org) - La proclamazione della verità è il primo vero compito dei giornalisti.  Ha esordito così l'arcivescovo Waclaw Depo, Metropolita di Czestochowa e Presidente del Consiglio  per le Comunicazioni Sociali della Conferenza Episcopale Polacca,   nel messaggio speciale indirizzato a tutti coloro che lavorano nei mezzi di comunicazione, in occasione del Primo Pellegrinaggio dei Giornalisti al Santuario nazionale della Madonna Nera a Jasna Gora. 

Il pellegrinaggio si svolgerà sabato 13 ottobre, nei primi giorni dell'Anno della Fede. Appunto per questo, secondo mons.Depo, sarà “una buona occasione per ascoltare la voce del Cuore di Maria, che ci insegna i segreti del suo Figlio". Si legge ancora nel messaggio del presule: "con grande speranza, ma anche con grande responsabilità, portiamo a Maria la diversità dei mezzi di comunicazione, il cui compito è di formare l'essere umano alla luce della verità". 

Il Presidente del Consiglio per le Comunicazioni Sociali ha infine ricorda che il ruolo dei media è "informare e formare, unire e non dividere il popolo. attraverso la stampa, radio, televisione e internet". Per questo, ha aggiunto: "Venite a Jasna Gora e pregate affinché siate persistenti nel cercare e comunicare la verità, e perché possiate costruire legami interpersonali basati sulla verità e sull'amore".

Durante il Pellegrinaggio i giornalisti pregheranno il Rosario per la libertà dei media in Polonia.