I metodi di regolazione naturale, corso per una procreazione responsabile

Promosso dal Centro Studi per la Regolazione Naturale della Fertilità (RNF) della Cattolica di Roma e dall'Istituto Scientifico Internazionale Paolo VI (ISI)

| 716 hits

ROMA, venerdì, 18 maggio 2012 (ZENIT.org).- Approfondire lo studio della fertilità in tutte le fasi della vita riproduttiva attraverso l’applicazione dei moderni metodi naturali finalizzati a salvaguardarla, per formare le coppie a una vera procreazione responsabile. Sono gli obiettivi del Corso di aggiornamento “Regolazione naturale della fertilità e salute della donna: valore scientifico, umano e sociale dei metodi naturali” riservato a medici, ostetriche, infermieri, psicologi, biologi, farmacisti, fisioterapisti, educatori professionali. Il Corso è promosso dal Centro Studi per la Regolazione Naturale della Fertilità (RNF) dell’Università Cattolica di Roma e dall’Istituto Scientifico Internazionale Paolo VI (ISI). Le iscrizioni dovranno pervenire entro giovedì 24 maggio 2012.

La crescente sensibilità al rispetto e alla conoscenza della natura e dei suoi cicli biologici mette in evidenza l’attuale tendenza a utilizzare positivamente le risorse naturali, orientando verso la ricerca di valide opzioni alternative alla manipolazione della fertilità umana, nella salvaguardia della qualità della vita nel rispetto dei suoi valori fondamentali. Il percorso di formazione è finalizzato a mettere in luce in settori particolarmente significativi, quali quelli della sessualità e della fertilità, la potenzialità che la Regolazione Naturale della Fertilità ha nel rispondere a malesseri causati da disagi di tipo ambientale, sanitario, psicologico etico e sociale.

“I moderni metodi naturali, – spiega la coordinatrice del Corso Aurora Saporosi, del Centro Studi per la RNF della Cattolica di Roma - ancora oggi poco conosciuti e valorizzati, sono in grado di svolgere un importante ruolo nella prevenzione e nella tutela della salute della donna e della vita nascente. Ciò è possibile, sia dal punto di vista biologico, attraverso la loro à diagnostica, sia attraverso la educativache i metodi naturali possiedono e trasmettono, proponendosi come stile di vita positivo e responsabilizzante nell’esercizio della sessualità.”

Il Corso, articolato in quattro sessioni di 2 giorni ciascuna, dalle 8.30 alla 19.30 (25-26 maggio; 15-16 giugno; 28-29 settembre; 25-26 ottobre), per un totale di 74 ore avrà inizio venerdì 25 maggio presso l’Aula didattica del Centro Studi RNF della Cattolica di Roma (L.go F. Vito 1). Il programma formativo prevede lezioni teorico-cliniche ed esercitazioni pratiche interattive (workshop, case-studies, esercitazioni individuali, role-playing).

Il Corso, che attribuisce 50 crediti ECM, verrà introdotto dai docenti della Cattolica: Giovanni Scambia, direttore del Dipartimento per la tutela della salute della donna e della vita nascente, Riccardo Marana, direttore Centro Studi RNF dell’Università Cattolica di Roma e ISI Paolo VI, Antonio Lanzone, direttore dell’Istituto di Clinica Ostetricia e Ginecologia, Alessandro Caruso, ordinario di Clinica Ostetrica e Ginecologica, e da Adriano Bompiani, professore Emerito di Ginecologia ed Ostetricia dell’Università Cattolica di Roma.

Tra i relatori si segnalano: Jaroslaw Merecki, docente di Etica e Antropologia Umana dell’Istituto Giovanni Paolo II – Pontificia Università Lateranense, e i docenti della Cattolica Neri, direttore dell’Istituto di Genetica Umana, Noia, responsabile del Servizio di Medicina dell’Età Prenatale, Sica, direttore dell’Istituto di Istologia ed Embriologia Umana, Luisa Di Pietro, professore associato dell’Istituto di Igiene, le dottoresse Giacchi Pellicanò, dirigenti del Centro Studi Regolazione Naturale della Fertilità.

Il costo del Corso è di 350 euro per i medici, 250 per gli operatori socio-sanitari, 170 per specializzandi, dottorandi e bioeticisti. Per chi al termine del Corso intende conseguire il diploma di insegnante del Metodo Billings, con iscrizione all’Elenco nazionale degli insegnanti dei Metodi Naturali di Regolazione della Fertilità, è prevista una sessione integrativa il 27 ottobre 2012.