I nuovi decreti della Congregazione per le Cause dei Santi

Il Papa ha autorizzato ieri la promulgazione dei Decreti riguardanti 95 martiri uccisi in odium Fidei durante la Guerra civile spagnola del '36. Riconosciuti quattro Venerabili Servi di Dio

Citta' del Vaticano, (Zenit.org) | 579 hits

Benedettini, carmelitani, maristi, sacerdoti, suore e laici. Sono 95 i nuovi Beati che avrà presto la Chiesa cattolica. Tra questi, numerosi martiri uccisi in odio alla Fede durante la Guerra civile spagnola del 1936. Riconosciuti anche quattro Venerabili Servi di Dio. Il Papa ha autorizzato ieri, lunedì 3 giugno, la promulgazione dei Decreti alla Congregazione delle Cause dei Santi sul riconoscimento del loro martirio e delle virtù eroiche.

Tra i Decreti figurano quelli riguardanti i Servi di Dio Mauro (al secolo: Abele Angelo Palazuelos Maruri) e 17 Compagni, dell'Ordine di San Benedetto; i Servi di Dio Giovanni di Gesù (Giovanni Vilaregut Ferrer) e 3 Compagni, dell'Ordine dei Carmelitani Scalzi, nonché Paolo Segalá Solé, Sacerdote diocesano; i Servi di Dio Crisanto, Aquilino, Cipriano Giuseppe e 63 Compagni, dell'Istituto dei Fratelli Maristi delle Scuole (Piccoli Fratelli di Maria) e 2 Laici; delle Serve di Dio Aurelia (Clementina Arambarri Fuente) e 3 Compagne, Suore professe delle Serve di Maria Ministre degli Infermi.

E' stato poi promulgato il decreto riguardante le virtù eroiche del Servo di Dio Giovanni De Oliveira Matos Ferreira, Vescovo titolare di Aureliopolis e Ausiliare di Guarda, Fondatore dell'Associazione "Liga dos Servos de Jesus"; nato a Valverde (Portogallo) il 1° marzo 1879 e morto a Guarda (Portogallo) il 29 agosto 1962. E anche quello sulle virtù eroiche del Servo di Dio Nicola Mazza, Sacerdote diocesano, Fondatore di Istituti per l'educazione; nato a Verona (Italia) il 10 marzo 1790 e morto il 2 agosto 1865.

La Congregazione ha poi riconosciuto le virtù eroiche della Serva di Dio Maria Celeste (Giulia Crostarosa), Monaca, Fondatrice dell'Ordine delle Suore del Ss.mo Redentore; nata a Napoli (Italia) il 31 ottobre 1696 e morta a Foggia (Italia) il 14 settembre 1755. E della Serva di Dio Teresa di San Giuseppe (Teresa Toda y Juncosa), Fondatrice della Congregazione delle Suore Carmelitane Teresiane di San Giuseppe; nata a Riudecanyes (Spagna) il 19 agosto 1826 e morta a Barcellona (Spagna) il 30 luglio 1898.