I Patriarchi orientali in visita da Benedetto XVI

Dopo la Plenaria, i Capi delle Chiese orientali si sono recati al monastero Mater Ecclesiae. Il Papa emerito: "Prego tutti i giorni per l'Iraq, la Siria e i cristiani d'Oriente"

Citta' del Vaticano, (Zenit.org) Redazione | 234 hits

Dopo la plenaria della Congregazione per le Chiese orientali, il pomeriggio dello scorso 23 novembre, i Patriarchi delle Chiese Orientali presenti a Roma si sono recati al monastero vaticano Mater Ecclesiae, per visitare il Papa emerito Benedetto XVI. A raccontarlo è Raphael Louis Sako I, patriarca caldeo e arcivescovo di Baghdad, in una nota pubblicata sul sito della sua arcidiocesi e ripresa dall'agenzia AsiaNews. "Abbiamo avuto un incontro amichevole - afferma Sako - gli abbiamo chiesto della sua salute e lui ci ha chiesto del Medio Oriente e della situazione dei cristiani orientali". Il patriarca caldeo racconta inoltre di aver detto al Pontefice emerito: "Santità, siamo venuti dal nostro hotel sotto la pioggia come pellegrini, e quindi meritiamo una benedizione speciale e una preghiera speciale per l'Iraq". Ratzinger ha risposto: "Prego tutti i giorni per l'Iraq, la Siria e per il resto dell'Oriente". Poi l'arcivescovo iracheno ha domandato: "Siete in pensione, ma non c'è la possibilità di venire in Iraq?", e Benedetto ha controbattuto: "Sto invecchiando, e sono un monaco che ha deciso di passare il resto del suo tempo nella preghiera e nel riposo". La stessa richiesta di una visita in Iraq, Mar Sako l'ha posta a Papa Francesco, subito dopo la messa solenne concelebrata il 24 novembre per la chiusura dell'Anno della Fede. "Gli ho detto che è arrivato il momento di venire a trovarci - racconta - Lui ha sorriso e ha promesso una visita". (S.C.)