I Santi Cirillo e Metodio ponte tra la Chiesa d'Oriente e la Chiesa d'Occidente

A 1150 anni dall'inizio della missione, un congresso internazionale a Roma dedicato ai co-patroni d'Europa

Roma, (Zenit.org) | 757 hits

I due fratelli Cirillo e Metodio – Santi co-patroni d’Europa dei quali ricorre oggi, 14 di febbraio, la festività, secondo il calendario romano – rappresentano il ponte tra il mondo bizantino e quello slavo. La loro opera di diffusione della fede attraverso la creazione dell’alfabeto Glagolitico, è segno del superamento dei confini geografici e culturali per il processo di costruzione dell’identità cristiana.

Il Congresso Internazionale SS. Cirillo e Metodio fra i popoli slavi: 1150 anni dall’inizio della missione sarà distribuito su due giornate: la prima, il 25 febbraio p.v., si terrà al Pontificio Istituto Orientale; la seconda, il 26 febbraio p.v., alla Pontificia Università Gregoriana.

La celebrazione dell’evento in ambito accademico – che rientra nel calendario dell’Anno della Fede indetto da papa Benedetto XVI – rappresenta un’esortazione di grande attualità all’evangelizzazione come azione ecumenica di unità della Chiesa, ricordando la loro missione come azione significativa di un particolare profetismo ecumenico.

Le più pregnanti questioni e tematiche verranno riprese e sviluppate dai relatori invitati ad intervenire, attraverso i diversi contesti: storico, politico, ecclesiologico, liturgico, ecumenico nel più ampio rispetto della continuità della tradizione, anche attraverso confronti e analisi dei nuovi metodi missionari.

Ideatori e curatori dell’evento sono S. Em.za Rev.ma Card. Jozef Tomko (Prefetto emerito della Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli) e S. Ecc.za Rev.ma Mons. Cyril Vasil’ (Segretario della Congregazione per le Chiese Orientali), coadiuvati da un comitato di professori e collaboratori slovacchi per la preparazione scientifica dell’evento.

* Leggi il programma completo:
www.pontificio-orientale.com