I vescovi polacchi chiedono la libertà di espressione dei mezzi di comunicazione

La Conferenza Episcopale richiede al Consiglio Nazionale della radio e della televisione un posto per la Tv cattolica Trwam sul multiplex digitale

Czestochowa, (Zenit.org) Don Mariusz Frukacz | 824 hits

La Conferenza Episcopale polacca, ancora una volta ha sostenuto le richieste della Fondazione Lux Veritatis per dare un posto sul multiplex digitale per l'emittente cattolica TV Trwam.

“Non è solo una nostra richiesta, ma dei milioni di cittadini del nostro Paese, in nome della libertà di espressione nei mezzi di comunicazione” hanno scritto i vescovi polacchi in una dichiarazione speciale durante la 361° Plenaria dei vescovi in Varsavia, svoltasi il 5 e il 6 marzo.

Nel documento indirizzato al Consiglio Nazionale della Radio e della Televisione (KRRiTV) si sottolinea che la TV Trwam svolge “un ruolo fondamentale nella società polacca”. Secondo i vescovi, il rifiuto del Consiglio Nazionale della radio e della televisione di dare la licenza alla TV Trwam per il multiplex digitale “comporterebbe una chiara discriminazione dei fedeli della Chiesa cattolica in Polonia”.  

“TV Trwam - hanno aggiunto – da 10 anni serve ad approfondire l'opera della fede nella nazione e all'estero, svolgendo il suo ministero di evangelizzazione” e fornendo anche "un aiuto informativo alla problematica religiosa e sociale del  nostro Paese”.