Il 2 giugno avrà luogo il 29° pellegrinaggio a piedi Macerata-Loreto

Il Cardinale Bertone presiederà la Santa Messa iniziale

| 401 hits

ROMA, venerdì, 1° giugno 2007 (ZENIT.org).- Sabato 2 giugno avrà luogo il 29° pellegrinaggio a piedi da Macerata a Loreto sul tema “Ed io che sono?”, a dieci anni dal terremoto che colpì Marche e Umbria.



La manifestazione partirà dallo Stadio “Helvia Recina” di Macerata. A presiedere la Santa Messa di questa edizione, a partire dalle ore 21:00, sarà il Cardinale Tarcisio Bertone, Segretario di Stato vaticano. Nel 1993 fu invece Giovanni Paolo II a celebrarla.

Il Pellegrinaggio Macerata-Loreto, proposto dal Movimento Comunione e Liberazione, in pieno accordo con le Diocesi di Macerata e di Loreto, sarà come sempre guidato dal suo ideatore, monsignor Giancarlo Vecerrica, Vescovo di Fabriano-Matelica.

Per la prima volta da Vescovo – della diocesi di Macerata –, tra i pellegrini ci sarà anche monsignor Claudio Giuliodori. Inoltre è confermata la presenza di Eugenia Roccella e Savino Pezzotta, in continuità con il Family Day del 12 maggio scorso (Il "Comitato Pellegrinaggio a piedi da Macerata a Loreto" aderisce al Manifesto del Forum delle Famiglie "Più famiglia"), così come dello scrittore e giornalista di origine musulmana, Magdi Allam, ospite al Pellegrinaggio già lo scorso anno.

L’attore e regista Franco Palmieri, noto per aver interpretato e messo in scena testi famosi di Giovanni Testori, leggerà la poesia di Giacomo Leopardi dal quale è stato tratto il tema del 29° Pellegrinaggio: “Ed io che sono?”.

Sempre allo Stadio ci sarà Antonio Giavini, Presidente Nazionale dell’Associazione “Memores Domini”, mentre la notte, durante il cammino verso la Santa Casa di Loreto, tante altre saranno le testimonianze tra le quali non mancherà quella di don Oreste Benzi, fondatore delle Comunità “Papa Giovanni XXIII”, e di don Paolo Giulietti, responsabile del Servizio Nazionale di Pastorale Giovanile della Conferenza Episcopale Italiana (CEI).

Don Paolo guiderà un gruppo di 65 giovani dell’Agorà in preparazione all’incontro con Benedetto XVI, che si terrà nei giorni 1-2 settembre a Loreto e vedrà la partecipazione di circa 200.000 ragazzi.

Porterà la sua testimonianza personale allo Stadio anche don Pierino Gelmini, fondatore della Comunità “Incontro”, che da oltre 40 anni è impegnato a combattere contro la droga.

Inoltre, la “Fiaccola della Pace” accesa da Papa Benedetto XVI in Piazza San Pietro nella mattina di mercoledì 30 maggio, al termine dell’Udienza generale, raggiungerà Macerata il 2 giugno portata di corsa da giovani atleti provenienti da ogni parte d’Italia.

La ricorrenza dei dieci anni del terremoto che colpì Marche e Umbria ha suggerito per quest’anno un percorso che toccherà alcune delle località più colpite.

E' previsto anche un particolare momento commemorativo, venerdì 1° giugno, alle ore 11.45, presso la Basilica di Plestia, posta proprio sul confine tra Marche e Umbria, sulla piana di Colfiorito, in provincia di Macerata.

Allo speciale momento celebrativo parteciperanno autorità religiose e civili di Marche e Umbria, e le scolaresche della zona.

La Fiaccola, una volta arrivata a Loreto insieme al Pellegrinaggio, ripartirà per Altötting, città gemellata con Loreto situata nel cuore della Baviera, portata dal gruppo Podistico lauretano. Al suo ritorno, sarà presente l’1 e il 2 settembre all’Agorà dei giovani.

In più, la ditta Alesi di Montegiorgio, nonostante sia stata colpita da una terribile esplosione appena qualche settimana fa, ha assicurato che sarà presente con i suoi fuochi artificiali per allietare la marcia dei pellegrini.

Oltre al “Comitato Pellegrinaggio a piedi da Macerata a Loreto” e al Servizio nazionale per la Pastorale Giovanile della CEI, partecipano all’evento anche l’Ufficio Nazionale per la Pastorale degli Italiani nel mondo-Migrantes, e il Centro Sportivo Italiano.