Il 21 marzo, Francesco abbraccia i familiari delle vittime delle mafie

Il Pontefice sarà presente all'evento promosso dalla Fondazione "Libera" di don Luigi Ciotti, nella chiesa romana di San Gregorio VII

Città del Vaticano, (ZENIT.org) Staff Reporter | 466 hits

Ci sarà Papa Francesco, venerdì 21 marzo, nella Chiesa di San Gregorio VII a Roma, vicino ai familiari delle vittime di tutte le mafie, in occasione dell’incontro promosso dalla Fondazione “Libera” di don Luigi Ciotti. L’evento - annunciato stamani dalla Sala Stampa vaticana - si tiene alla vigilia della XIX “Giornata della memoria e dell’impegno”, che avrà luogo a Latina, il giorno successivo, in ricordo di tutte le persone innocenti che hanno perso la vita a causa di questa piaga della società.

All'incontro del 21 marzo - riferisce la Radio Vaticana - parteciperanno almeno 700 familiari delle vittime delle mafie, provenienti da tutta Italia, in rappresentanza delle circa 15 mila vittime delle violenze mafiose. Alle ore 17.30 è quindi fissata, nella parrocchia di San Gregorio VII, a pochi passi San Pietro, la veglia di preghiera presieduta dal Santo Padre. Oltre ai familiari saranno presenti anche i rappresentanti territoriali dell’associazione “Libera”, come pure i referenti di alcune delle 1.600 associazioni e dei rappresentanti istituzionali che hanno aderito all’iniziativa.