Il 25 novembre, Papa Francesco incontrerà Wladimir Putin

Il Pontefice aveva già inviato una lettera al presidente russo, in occasione del G20 di San Pietroburgo, in cui invocava una soluzione di pace per la Siria e un approccio "umano" alla crisi economica globale

Citta' del Vaticano, (Zenit.org) Redazione | 389 hits

Il Papa incontrerà il presidente russo Wladimir Putin il prossimo 25 novembre. Lo ha confermato oggi il direttore della Sala Stampa vaticana, padre Federico Lombardi, informando che l'udienza si svolgerà nel pomeriggio intorno alle 17.

I primi contatti tra Francesco e Putin erano avvenuti già lo scorso 5 settembre, quando il Pontefice gli aveva inviato una lettera in occasione del G20 di San Pietroburgo, dove il presidente faceva gli onori di casa. Nel testo, il Santo Padre rivolgeva un vigoroso appello ai leader di tutto il mondo a non rimanere “inerti” di fronte “ai drammi della cara popolazione siriana” e invocava una soluzione di pace per "impedire il massacro" causato dal conflitto nel paese. Inoltre, il Papa chiedeva alle potenze del mondo di affrontare "con rispetto della persona umana e dei più deboli" la crisi economica globale.

Come riferisce il sito VaticanInsider, l'incontro è stato fortemente voluto dallo stesso Putin che aveva attivato già da alcune settimane i diplomatici del Cremlino. La Santa Sede ha quindi accolto la richiesta. Il presidente russo, inoltre, era già atteso il 26 novembre a Trieste, per un vertice inter-governativo tra Italia e Russia. 

Al centro dei colloqui probabilmente ci saranno le vicissitudini correnti delle antiche comunità cristiane del Medio Oriente, dal momento che il governo russo è molto attento alle condizioni dei fedeli delle Chiese Ortodosse. Sempre secondo VaticanInsider, "nei piani alti del potere russo, nelle ultime settimane ha preso forza l'impressione che con Papa Francesco anche il rapporto tra la Russia e la Chiesa cattolica potrà imboccare sentieri non battuti". 

Dopo la visita in Vaticano, Putin potrebbe aggiungere anche un incontro con il Presidente della Repubblica italiana, Giorgio Napolitano.