Il card. Scola alla Messa Crismale: "Se la Chiesa non evangelizza si ammala"

Il porporato ha esortato i sacerdoti ambrosiani ad una «speciale azione pastorale» per «incontrare gli uomini negli ambienti della vita quotidiana». Domani, in Duomo, la celebrazione dei riti del Venerdì Santo

Milano, (Zenit.org) | 727 hits

Questa mattina, l’Arcivescovo di Milano, il cardinale Angelo Scola, ha celebrato in Duomo la Messa Crismale. Nel corso dell’omelia, dopo avere ricordato aimille sacerdoti presentidiessere parte «di un popolo che esiste non di per se stesso ma per il bene del mondo» e averli invitati a «ripartire da questa condizione di chiamati per rinnovare la verità del nostro volto ed affrontare il nostro compito», il Cardinale ha datodue importanti annunci per il futuro della Chiesa di Milano.

Anzitutto ha convocato in Duomo, per la mattina del 28 maggio, tutto il clero ambrosiano per comunicare la chiusura e l’esito dei “cantieri pastorali”, vale a dire quel percorso - avviato da anni - di riflessione, verifica e ascolto a tutti i livelli della Chiesa in vista di eventuali cambiamenti su alcune questioni cruciali quali la riforma liturgica, l’iniziazione cristiana, la pastorale giovanile, le comunità pastorali, l’introduzione dei sacerdoti novelli nel ministero pastorale.

L’Arcivescovo di Milano ha poi lanciato una «speciale azione pastorale» che prenderà forma da settembre 2013 e caratterizzerà tutto il prossimo anno pastorale, specificando che non «sarà né una Visita pastorale, né una Missione al popolo».

«A Milano in special modo, e in tutte le zone pastorali, secondo forme appropriate, vorremmo in un certo senso abbattere del tutto i bastioni che ancora ci separano dai mondi dell’umana esistenza. Come parrocchie, comunità pastorali, associazioni e movimenti intendiamo andare insieme incontro agli uomini e alle donne di oggi negli ambienti della loro vita quotidiana: famiglie, scuole, università, lavoro in tutte le sue forme, luoghi di sofferenza e di emarginazione, in sintesi la società civile nelle sue diversificate manifestazioni».

Scopo di questa azione sarà, «annunciare Gesù Cristo come l’evangelo dell’umano». E perspiegare la nuova iniziativa Scola ha citato Papa Francesco: «Quando la Chiesa non esce da se stessa per evangelizzare diviene autoreferenziale e si ammala».

Domani, Venerdì Santo, alle ore 8.15,il cardinale  presiederàin Duomolacelebrazione dell’Ufficio delle Letture, delle Lodi e dell’Ora Terzacon il Capitolo Metropolitano. A questo rito sono in particolar modo invitati i religiosi e le religiose.Alle ore 17.30,in Duomo,il cardinale Scolapresiederà la liturgia della Passione e Morte del Signore e l'Adorazione della Croce.

La celebrazione sarà trasmessa in diretta da Telenova News (canale 664) e www.chiesadimilano.it. Radio Marconi alle ore 19.15 e Radio Mater alle ore 20.30 trasmetteranno in differita l’omelia dell’Arcivescovo.