Il Cardinal Sodano esorta ad evitare lo scontro di civiltà obiettivo del terrorismo

Dopo gli attentati di Londra

| 1026 hits

CITTA’ DEL VATICANO, venerdì, 8 luglio 2005 (ZENIT.org).- Dopo gli attentati di questo giovedì a Londra, il Cardinale Angelo Sodano, Segretario di Stato vaticano, ha lanciato un appello a superare l’odio e ad evitare che il terrorismo promuova lo scontro di civiltà.



“Da Roma, dalle rive del Tevere rivolgiamo questo appello a tanti uomini di buona volontà che ci sono in tutte le religioni”: dobbiamo “terminare questo scontro di civiltà, dobbiamo inaugurare un’era nuova per la nostra umanità” e “quest’odio deve terminare”.

Il porporato italiano, in un’intervista concessa al Tg5, ha riconosciuto questo giovedì che Benedetto XVI “ha appreso questa dolorosa notizia con profonda tristezza, come tutti noi qui in Vaticano. Subito il Papa ha inviato un telegramma di condoglianze per le tante vittime”.

Ciò che “più preoccupa tutti noi cattolici e anche noi qui nella Santa Sede è questo momento di odio che è alla base di questi eccidi, che è alla base di questi efferati delitti”, ha aggiunto.

Alla domanda della giornalista del Tg5 se di fronte a questi eventi tragici sia lecito scegliere l’uso delle armi o se sia preferibile l’uso della parola, il porporato ha sottolineato che “gli Stati hanno dei doveri specifici di difesa dei loro cittadini, ma noi come uomini di Chiesa abbiamo il dovere di ricordare la via del dialogo, la via dell’intesa e poi la via dell’incontro perché nel cuore umano c’è in tutti l’aspirazione al bene. Certo dobbiamo poi lavorare oltre che pregare”.