Il Cardinal Tauran rappresenterà il Papa all’inaugurazione del nuovo Museo dell’Olocausto a Gerusalemme

La cerimonia si terrà il 15 marzo

| 688 hits

CITTA' DEL VATICANO, lunedì, 14 marzo 2005 (ZENIT.org).- Giovanni Paolo II ha inviato come proprio rappresentante all’inaugurazione del nuovo Museo della Storia dell’Olocausto di Yad Vashem, a Gerusalemme, il cardinal Jean-Louis Tauran, Archivista e Bibliotecario di Santa Romana Chiesa, secondo quanto reso noto questo lunedì dalla Sala Stampa della Santa Sede.



Il nuovo Museo, i cui lavori sono durati circa dieci anni, sostituirà l’attuale museo storico di Yad Vashem.

Capi di Stato e di Governo di almeno 15 Paesi, così come il Segretario generale delle Nazioni Unite, Kofi Annan, insieme a decine di leader di altre Nazioni si uniranno al Presidente israeliano Moshe Katzav e ad esponenti del Governo del Paese nella cerimonia inaugurale che avrà luogo questo martedì, in base a quanto afferma un comunicato distribuito dal Museo.

“Cinque volte più grande dell’attuale Museo Storico, il Nuovo Museo della Storia dell’Olocausto avrà due dimensioni, una informativa e l’altra sperimentale. Il Nuovo Museo utilizzerà molti strumenti per raccontare la storia”, spiegano i suoi responsabili.

“Cercherà di raccontare sia la ‘macrostoria’ che la ‘microstoria’ di individui e piccoli gruppi, sottolineando l’aspetto personale. Ha un’estensione di 4.200 metri quadri”, si legge nel comunicato.

“Narra la storia della Shoà dal punto di vista degli ebrei, si concentra sulle vittime per evitare di presentarle come oggetti anonimi nelle mani dei loro persecutori”, aggiunge.

Il cardinal Tauran, nato nel 1943 a Bordeaux (Francia), è stato dal 1991 al 2003 Segretario della Santa Sede per i Rapporti con gli Stati. Ricopre l’attuale incarico dal 24 novembre 2003.

[Per ulteriori informazioni: http://www.yadvashem.org]