Il cardinale Crescenzio Sepe invita l’Azione Cattolica alla Missione

| 199 hits

ROMA, mercoledì, 1° settembre 2004 (ZENIT.org).- "Continuate ad essere missionari ed apostoli nell'ambiente in cui il Signore vi ha posti a vivere. Allargate l'orizzonte alla Cattolicità ed all'Universalità della Chiesa", ha detto il cardinale Crescenzio Sepe, il 31 agosto scorso



Questo in breve l’incoraggiamento rivolto dal Prefetto della Congregazione per l'Evangelizzazione dei Popoli, ai partecipanti del Congresso Internazionale dell'Azione Cattolica, che si svolge alla "Domus Pacis" di Roma.

Durante la Concelebrazione Eucaristica di apertura del Congresso, Sepe ha esortato: "Andate con entusiasmo incontro alla vostra missione!. Voi vi ponete come missionari della vita quotidiana e come propositori di speranze certe e durevoli".

Secondo quanto riportato dall’agenzia “Fides”, il porporato avrebbe sottolineato che: “Anche l'Azione Cattolica, se vuole essere dono dello Spirito per la Chiesa del nostro tempo e se vuole intraprendere un cammino di santità in questo inizio del terzo millennio cristiano, non può non sentirsi ed essere autenticamente 'missionaria”.

Il Prefetto ha spiegato che "Al di là dei confini geografici, storici e culturali, il campo di questa vostra missionarietà è immenso. Basta pensare all'evangelizzazione della cultura, alla necessità di inserire la forza del Vangelo nella realtà della famiglia, del lavoro, dei mass media, dello sport e del tempo libero”.

Sepe ha sottolineato che "la formazione alla santità è il primo impegno dell'Azione Cattolica". “Se siamo veramente santi, saremo anche missionari", ha quindi commentato il Cardinale.

Per realizzare la propria vocazione missionaria è però necessario accogliere in noi lo Spirito Santo, ha precisato il porporato, "che ci consacra e ci offre il dono della carità, che è fonte di santità e di comunione ecclesiale”.

Il Prefetto della Congregazione per l'Evangelizzazione dei Popoli ha infine concluso spiegando loro il significato precipuo del compito che si sono prefissi: “La vostra presenza nella Chiesa non è generica o evasiva dal quotidiano, perché vi impegnate a fare in modo che la vita di ogni uomo e di ogni donna trovi in Cristo pienezza di significato”.