Il cardinale Murphy O' Connor inviato speciale in Bangladesh

La lettera di nomina del Santo Padre, in occasione del 125° anniversario della diocesi di Dhaka

| 584 hits

CITTA’ DEL VATICANO, venerdì, 9 novembre 2012 (ZENIT.org) - In data 1° settembre 2012 è stata pubblicata la nomina dell’Em.mo Card. Cormac Murphy-O’Connor, Arcivescovo emerito di Westminster, ad Inviato Speciale del Santo Padre alle celebrazioni del 125° anniversario dell’arcidiocesi di Dhaka (Bangladesch) e del IV centenario dell’evangelizzazione del territorio bengalese, previste nei giorni 9 e 10 novembre corrente.

Il Cardinale Inviato Speciale sarà accompagnato da una Missione composta dai seguenti ecclesiastici del luogo: Rev. Don Abel B. Rozario e Rev. P. Adam Pereira, C.S.C.

Pubblichiamo di seguito la traduzione della Lettera del Santo Padre all’Em.mo Card. Cormac Murphy-O’Connor.

***

Al Nostro Venerabile Fratello
Cardinale Cormac Murphy-O’Connor, S.R.E.
Arcivescovo metropolita emerito di Westminster

Poiché nel corso di quattro secoli, la fede cattolica si è diffusa non senza frutto attraverso la terra del Bangladesh, non Ci sembra immotivato commemorare il 125° anniversario da quando il Nostro Predecessore Leone XIII fondò la diocesi di Dacca. Senza dubbio Cristo, che compì l’opera di redenzione dell’intero genere umano, nondimeno chiamò gli abitanti di quelle terre ad intraprendere la via della salvezza affinché riconoscessero la Sua verità e Lo servissero santamente e fedelmente. Perciò fa molto piacere che il diletto gregge di Dacca e tutti in Bangladesh si rallegrino di questo evento, che si celebrerà solennemente con la particolare partecipazione dei fedeli nei giorni 9 e 10 del prossimo mese di novembre.

Per questo motivo accogliamo di buon grado la richiesta dell’Eccellentissimo e Reverendissimo Signor Patrick D’Rozario, C.S.C., Arcivescovo della città di Dacca, il quale Ci ha implorato di nominare un Vescovo che rappresenti la Nostra persona in queste solennità. Noi vogliamo acconsentire a questa pia richiesta, e a ricorriamo Te, Nostro Venerabile Fratello, che negli ultimi anni Ci hai aiutato in vari modi e sembri degno ed adatto a portare fruttuosamente a termine questo compito. Quindi con questa lettera Ti nominiamo Nostro Messo Straordinario per la celebrazione del 125° anniversario della memoria della creazione della diocesi di Dacca e del quarto centenario della presenza della fede cristiana in quel territorio. Lì parlerai dunque riguardo l’amabilissimo vincolo d’amore che con loro Ci lega il più strettamente possibile e riguardo l’affetto della carità spirituale che Ci rallegra in questo lieto evento. Essendo appena stato pubblicamente inaugurato da Noi in Piazza San Pietro l’Anno della Fede, inviterai i fedeli del Bangladesh a esercitare la fede cattolica che affidano sinceramente a Dio e affinché rispondano al precetto di amore dato dal Suo dilettissimo Figlio. Ti chiediamo anche di portare il Nostro saluto a tutti coloro lì riuniti, soprattutto all’Arcivescovo di Dacca, e agli altri sacri Pastori, presbiteri, religiosi e religiose e fedeli laici. Vogliamo mandare le Nostre parole di benevolenza anche alle Autorità civili e a tutti i partecipanti.

Infine Noi, Venerabile Fratello Nostro, Ti accompagniamo con preghiere nella tua missione da compiere, e Ti impartiamo volentieri la Benedizione Apostolica, segno della Nostra benevolenza verso di Te e ricco di doni celesti, Che desideriamo tu trasmetta a buon diritto a tutti i partecipanti alla celebrazione.

Roma, presso San Pietro, giorno 12 del mese di Ottobre, anno 2012, ottavo del Nostro Pontificato.

[Traduzione dal latino di Maria Irene De Maeyer]