Il cardinale Nagy: "Un uomo che ha davvero amato la Chiesa"

Mons. Ireneusz Skubiś, capo redattore del settimanale cattolico polacco "Niedziela", ricorda la figura del porporato scomparso ieri e il suo forte legame con la rivista

Czestochowa, (Zenit.org) Don Mariusz Frukacz | 305 hits

“È morto un grande amico, un patriota, un uomo modesto, umile, cha ha amato veramente la Chiesa”. Così mons. Ireneusz Skubiś, redattore capo del settimanale cattolico polacco Niedziela ha ricordato a ZENIT la figura del cardinale Stanisław Nagy, scomparso ieri, mercoledì 5 giugno, a Cracovia. 

Mons. Skubiś ha riferito che "le conversazioni con il Cardinale erano sempre cordiali e sostanziali. La maggior delle volte discutevamo sulla situazione della Chiesa e della Polonia, perché Nagy era un grande patriota. La Polonia era una cosa molto importante per la sua vita, ma, prima di ogni cosa, ha amato la Chiesa”.

Oltre ad essere collaboratore e grande amico del Beato Giovanni Paolo II, ha proseguito Skubiś, il porporato “era fortemente legato al settimanale cattolico Niedziela” di cui parlava sempre “con profonda gratitudine”. “Molto spesso incontrava il Santo Padre Giovanni Paolo II, e dopo aver ascoltato le sue riflessioni, veniva a riferire alla nostra redazione di cosa avesse parlato con il Pontefice e di cosa avremmo dovuto scrivere”.

“Per tanti anni, è stato per noi un tramite molto importante, perché ci ha permesso di essere vicini al Papa”. Inoltre, ha informato il caporedattore, “il cardinale è stato anche autore di numerosi articoli per la nostra rivista, a partire dai primi anni '90, e poi di una serie di libri editi dalla nostra Casa Editrice Bibliotek Niedziela”.