Il cardinale Scola pranza con i giovani del mondo nella Festa dei Popoli

L'incontro è proseguito con lo spontaneo dialogo tra il porporato e i giovani studenti e lavoratori milanesi e di origine straniera

Milano, (Zenit.org) | 756 hits

Oggi, alle ore 13, conclusa la celebrazione della Messa dell'Epifania in Duomo delle 11, l'Arcivescovo di Milano, il cardinale Angelo Scola, ha pranzato nel suo appartamento in Arcivescovado con 12 giovani provenienti da diverse Nazioni e Continenti: Karen, Brenda e Pamela (Perù), Marco, Carla, Cezcelle e Joshua (Filippine), Wei Tian (Cina), Toemenye-Venunye e Tete (Togo), Adrian (Romania) e Olga (Ucraina).

E' la prima volta che in occasione dell'Epifania e della Festa dei Popoli l'Arcivescovo di Milano compie questo gesto.

"Vi ho voluti qui per due motivi: anzitutto per dire, con il gesto del pranzare con voi che venite da tutto il mondo, l'universalità della fede in Gesù Cristo che nell'Epifania si manifesta", ha spiegato il cardinale Scola introducendo il dialogo con i ragazzi all'inizio del pranzo.

"Inoltre avevo il desiderio di conoscere da vicino il volto della nuova Milano, costituito da tantissimi ragazzi come voi, venuti qui da lontano, da tanti popoli".

I giovani, in età compresa tra i 16 ai 25 anni, sia studenti che lavoratori, nati a Milano o nei loro paesi d'origine, si sono presentati al cardinale Scola raccontando di sè, delle proprie famiglie, della propria origine. E' proseguito poi spontaneo un dialogo sulle opportunità e le fatiche del vivere a Milano come "nuovi italiani".

"Dire che siete voi il futuro della nostra Milano sarebbe una constatazione scontata e non del tutto veritiera. Voi sarete il futuro della nostra città se già da ora vi impegnate per animarne il presente".

L'incontro con i giovani e gli adulti milanesi di origine straniera continuerà nel pomeriggio con la Messa in Duomo delle ore 17,30 nella Festa dei popoli presieduta dal cardinale Scola e animata con vivacità e calore dalle varie etnie.

E' possibile seguire la diretta su www.chiesadimilano.it.