Il carisma, la storia e la cultura di Chiara Lubich

Si è svolto a Roma un convegno internazionale nel quinto anniversario della morte della fondatrice dei Focolari

Roma, (Zenit.org) Victoria Gomez | 393 hits

Il motivo del primo Convegno “Chiara Lubich. Carisma, Storia, Cultura”, precisamente nel 5° anniversario della sua morte (14 marzo 2008), è nato dal desiderio di offrire “l’utopia di Chiara” anche sotto il profilo culturale. Pur nella consapevolezza che sono solo i primi tentativi, si è cercato di mostrare in che modo la luce del Carisma dell’unità getta un nuovo sguardo sulle varie discipline, illuminando quanto finora è stato elaborato e individuando nuovi percorsi. 

Quando un Carisma si affaccia alla storia, infatti, irrompe - per così dire - in una determinata epoca. Di questa sa cogliere i segni dei tempi creando una nuova capacità di leggerli; ne evidenzia le istanze e le sfide, offrendo per esse soluzioni e risposte originali, non sempre palesemente comprensibili; lascia, per quel tratto di secolo che ricopre, una impronta ed una scia che, in genere, si protraggono nei secoli successivi. 

L’autenticità di un Carisma si misura, infatti, anche nei suoi risvolti concreti in ambito sociale, economico, politico, ecc. 

Esso, il Carisma, ha solitamente anche una notevole ricaduta culturale. Incide nel sociale senz’altro, ma non si esaurisce lì. Offre piuttosto uno stile di vita che, pur ancorato fortemente alla tradizione che lo ha preceduto, si esprime in forme e categorie di pensiero nuove; ridefinisce talvolta gli stessi significati delle parole, fino a coniare termini nuovi che da quel momento in poi faranno testo, esprimeranno dei contenuti specifici destinati ad essere assunti in molteplici e vasti campi, proprio per il carattere di universalità insito in ogni Carisma. 

E’ quanto si è verificato per il Carisma di Chiara Lubich, da quando si è affacciato alla storia. 

Il Convegno internazionale “Chiara Lubich. Carisma, Storia, Cultura” che si è svolto il 14 ed il 15 di marzo , è stato promosso dalla Scuola Abbà, fondata da Chiara Lubich nel 1990, Centro Studi interdisciplinare del Movimento dei Focolari. Ne fanno parte 24 studiosi in scienze umane e sociali (filosofia, psicologia, pedagogia, storia, diritto, sociologia, teologia, politologia, economia, scienze della comunicazione, scienze linguistiche, arte, scienze della natura, matematica), coadiuvati da una cerchia più ampia di esperti. Gli studi prodotti sono pubblicati, in parte, sulla rivista di cultura “Nuova Umanità” e nella collana “Studi della Scuola Abbà” dell’editrice Città Nuova.