Il "cordiale augurio di pace" del Papa al Rabbino Di Segni per la Pasqua ebraica

In un messaggio in occasione di Pesach, Francesco assicura vicinanza alla Comunità ebraica di Roma e chiede preghiere per il suo prossimo viaggio a Gerusalemme

Citta' del Vaticano, (Zenit.org) Redazione | 391 hits

Papa Francesco ha inviato un telegramma al Rabbino Capo della Comunità Ebraica di Roma, Riccardo Di Segni, in occasione di Pesach, la Pasqua Ebraica, che inizierà il prossimo 14 aprile al tramonto e durerà otto giorni. Lo rende noto la Comunità ebraica di Roma, informando che Di Segni, "nei prossimi giorni, ricambierà l’augurio inviando a Papa Francesco un messaggio in occasione della Pasqua". 

Nel testo, il Pontefice rivolge "il più cordiale augurio di pace" al Rabbino e a tutta la Comunità ebraica romana, "nell’approssimarsi della grande festa di Pesach". "La memoria della liberazione dall’oppressione per mezzo del braccio potente del Signore ispiri pensieri di misericordia, di riconciliazione e di fraterna vicinanza a tutti coloro che soffrono sotto il peso di nuove schiavitù", auspica Francesco.

Volge poi il pensiero a Gerusalemme, che - scrive - "avrò la gioia di visitare prossimamente" durante la sua visita in Terra Santa dal 22 al 24 maggio. Un viaggio importante per il quale, Papa Bergoglio chiede nel telegramma "di accompagnarmi con preghiere". Infine, assicura il suo ricordo, "invocando dall’altissimo copiose benedizioni". (S.C.)