Il dono dell'opera. Filosofi e teologi di fronte al rischio dell'arte

Mercoledì 24 ottobre il primo appuntamento del ciclo di Conferenze dedicato all'arte presso la Pontificia Università Gregoriana

| 526 hits

ROMA, venerdì, 19 ottobre 2012 (ZENIT.org) - Impregnata dal pensiero del tempo proprio e di altri tempi, la creazione artistica non è mai una semplice ripresa in parole, suoni, gesti o immagini di un pensiero che le preesisterebbe. Nel rischio della creazione, nello spessore della materia, nel mistero dell’atto creativo, appare un evento che trasforma le nostre esistenze e i nostri modi di sentire così come le nostre maniere di pensare.

Partendo da questi concetti prenderà il via, mercoledì 24 ottobre 2012, dalle 16.30 alle 18.15, il ciclo di conferenze dal titolo Il dono dell'opera. Filosofi e teologi di fronte al rischio dell'arte, presso la Pontificia Università Gregoriana (piazza della Pilotta, 4).

Da Jean-Luc Marion fino a Christoph Theobald, nove lectio magistralis sull'arte scandiranno le tappe del corso organizzato dall'Ambasciata di Francia presso la Santa Sede e l'Istituto Francese Centre Saint-Louis con il patrocinio del Vicariato di Roma, che si svolgerà fino al mercoledì 8 maggio.

Mercoledì prossimo, il primo appuntamento con Dominique Ponnau, direttore onorario dell’École du Louvre, che interverrà sul tema Borromini ou la gloire du vide - Borromini o la gloria del vuoto.

Le conferenze saranno in lingua francese (con traduzione simultanea), aperte a tutti.

* Gli studenti delle università romane che desiderano partecipare possono chiedere 2 crediti (3 ects), iscrivendosi al ciclo delle conferenze (codice del corso nei programmi della Gregoriana: FO2507) quando consegneranno il loro programma di studio all’inizio del secondo semestre; la presenza all’intero ciclo è però richiesta.