Il Festival Biblico a Venezia 2019

Dialogo sull'umanesimo: la visione dell'uomo tra religione e società per l'Europa del futuro

| 734 hits

VENEZIA, mercoledì, 14 novembre 2012 (ZENIT.org) - Riprende la collaborazione tra Festival Biblico e Venezia 2019 - Salone Europeo della Cultura di Venezia. La collaborazione si rinnova con un incontro organizzato a quattro mani, fissato per sabato 24 novembre alle 16.30 a Venezia, nel corso del quale si proporrà un dialogo tra Italia e Germania sul futuro culturale dell'Europa, partendo dalle sue radici cristiane e dai valori comuni alle nazioni che la compongono.

A confrontarsi saranno due eminenti voci del mondo accademico europeo, il  professor Christoph Wulf, docente di antropologia e filosofia dell'educazione presso la Freie Universitat di Berlino e Francesco Botturi, docente di filosofia morale presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Accompagnati nella loro riflessione da padre Ugo Sartorio, direttore generale del "Messaggero di Sant'Antonio", Wolf e Botturi daranno vita all’analisi del rapporto tra religione, morale e società facendo emergere i punti di contatto tra cultura italiana e tedesca.
 
La seconda edizione di Venezia 2019 – Salone Europeo della Cultura (23-25 novembre, area magazzini Ligabue – Venezia) promossa da Expo Venice e Nordesteuropa, si presenta rinnovata completamente nel format. La particolaritàdi quest’anno è l’accorpamento di quattro iniziative in contemporanea: due giàesistenti, il Salone dei Beni Culturali e Open Design Italia, e due completamente nuove, il Salone delle nuove tecnologie digitali per la Cultura e Restauri Aperti. Il tutto nell’ottica di legare la cultura alla contemporaneitàe di costruire un sistema di relazioni tra i nuovi linguaggi e strumenti in cui oggi si esprimono. Il focus 2012 è sul rapporto tra le città di Venezia e di Berlino.
 
Il Festival Biblico, giunto ormai alla sua nona edizione (31 maggio/9 giugno 2013), è la prima e più grande manifestazione dedicata alle Sacre Scritture. Con le sue oltre 40 mila presenze solo nel 2012 si è confermato uno degli appuntamenti culturali più partecipati ed apprezzati del panorama italiano. Incontri, convegni, concerti, spettacoli per bambini, aperitivi e lectio magistralis: la formula multi-linguistica del Festival è il punto di forza di un progetto che coinvolge ogni anno decine di realtà territoriali. Promosso dalla Diocesi di Vicenza e dalla Società San Paolo, per il 2013 il Festival si propone di riflettere sui temi di fede e libertà con grandi nomi internazionali.

Relatori
 
Christoph Wulf è professore di Scienza dell'educazione e direttore dell'Interdisziplinäres Zentrum für historische Anthropologie presso la Freie Universität di Berlino. Attraverso la prospettiva dell'antropologia storica, nei suoi studi ha dedicato particolare attenzione all'esperienza del corpo e della sensibilità, oltre che alle forme della rappresentazione rituale e mimetica, mettendo in evidenza la dimensione simbolica e culturale dell'esperienza umana. In Italia sono stati tradotti alcuni dei suoi lavori come  Mimesis. L'arte e i suoi modelli (Milano 1995); Cosmo, corpo, cultura. Enciclopedia antropologica (a cura di, Milano 2002).

Francesco Botturi è dal 1997 ordinario di Antropologia filosofica e di Filosofia morale all’Università Cattolica di Milano. Ha dedicato monografie allo studio della modernità (Sapienza e storia. Giambattista Vico e la filosofia pratica, 1991 e Tempo, linguaggio, azione. Linee vichiane della “storia ideale eterna”, 1996) e ha scritto svariati saggi di antropologia. Attualmente sta conducendo ricerche personali e di gruppo sul tema della “ragion pratica”, della libertà della relazione intersoggettiva e degli affetti. È redattore di “Rivista di filosofia neo-scolastica”, “Vita e Pensiero”, “Per la filosofia” e “Ragion pratica”.

Per informazioni e approfondimenti: www.festivalbiblico.it