Il lascito di San Alberto Hurtado e la sua proiezione nella società universale

La Pontificia Università Gregoriana dedica giovedì 17 ottobre 2013 un Seminario di studi al gesuita canonizzato il 23 ottobre 2005

Roma, (Zenit.org) | 353 hits

«Prendo il Vangelo, vado a San Paolo, e qui trovo un cristianesimo tutto fuoco, tutta vita, che comprende ogni attività. È come un fiume di lava ardente, incandescente, che esce dal fondo stesso della religione» (sant’Alberto Hurtado) 

«Era un vero contemplativo nell’azione» (Benedetto XVI, 23 ottobre 2005) 

La figura di Alberto Hurtado, santo gesuita notissimo in tutta l’America latina, non è ancora sufficientemente conosciuta nel nostro Paese. Per questo la Pontificia Università Gregoriana - in collaborazione con la Pontificia Università Cattolica del Cile e l’Ambasciata del Cile presso la Santa Sede - ha voluto ospitare un Seminario di studi a lui dedicato nel pomeriggio di giovedì 17 ottobre (ore 16:00).

Apriranno l’incontro gli interventi del Cardinale Marc Ouellet, Presidente della Pontificia Commissione per l’America Latina, di P. François Xavier Dumortier S.I., Rettore della Pontificia Università Gregoriana e dell’Ambasciatore del Cile presso la Santa Sede,S.E. Fernando Zegers. In questa occasione verrà inoltre presentato la prima traduzione italiana degli scritti di sant’Alberto Hurtado, l’antologia Un fuoco che accende altri fuochi. Pagine scelte di Alberto Hurtado sj (Gregorian&Biblical Press 2013). Va inoltre ricordato che alla Gregoriana è attivo dal 2011 un Centro intitolato alla sant’Alberto Hurtado e specificatamente rivolto al dialogo tra fede e cultura nella città di Roma. In Italia un altro Centro dei gesuiti intitolato a P. Hurtado è operativo a Scampia (NA).

Al Seminario di giovedì prossimo parteciperà inoltre il Decano del Collegio Cardinalizio, Cardinal Angelo Sodano, e prenderanno la parola il Rettore del Pio Latinoamericano e il Direttore del “Hogar de Cristo”, i gesuiti Jaime Castellón e Pablo Walker.

Alberto Hurtado Cruchaga nasce a Viña del Mar (Cile) nel 1901. Educato presso i Gesuiti al Collegio Sant’Ignazio, inizia nel 1918 gli studi di Diritto alla Pontificia Università Cattolica del Cile, conseguendo il titolo di Avvocato nel 1923, poco prima di entrare nella Compagnia di Gesù. Apprende la formazione teologica a Lovanio (Belgio) dove ottiene il Dottorato in Scienze Pedagogiche.

Ordinato sacerdote nel 1933, rientra in Cile nel 1936 e si dedica alle attività di apostolato tra i giovani: professore al Collegio Sant’Ignazio, al Seminario Pontificio di Santiago e all’Università Cattolica. La sua preoccupazione per i più poveri lo accompagna durante tutta la gioventù e lo stimola a cercare soluzioni alla luce del Vangelo, attraverso la Fondazione “Hogar de Cristo” e l’Associazione Sindacale Cilena (ASICH).

Dopo una lunga malattia, affrontata eroicamente, muore il 18 agosto 1952. Poco dopo la morte inizia il processo di canonizzazione: nel mese di ottobre 1994 P. Hurtado fu beatificato da Papa Giovanni Paolo II e canonizzato da Papa Benedetto XVI il 23 ottobre 2005.

Profilo biografico completo: http://goo.gl/4P16Ye

Raccolta fotografica: http://goo.gl/8lHtpT