"Il Messaggero di sant'Antonio" ha un nuovo direttore editoriale

Fra Fabio Scarsato succede a fra Ugo Sartorio, che ha guidato la rivista dal 2005 al 2013

Padova, (Zenit.org) | 409 hits

È fra Fabio Scarsato il nuovodirettore editoriale del «Messaggero di sant’Antonio». A darne notizia, nei giorni scorsi, è stato ildirettore generale dell’Opera Messaggero, fra Giancarlo Zamengo, eletto a tale carica, lo scorso mese di luglio, dal Capitolo provinciale ordinario della neonata Provincia italiana di Sant’Antonio di Padova. Fra Fabio succede a fra Ugo Sartorio, direttore editoriale del «Messaggero» nel periodo 2005-2013, al quale la nuova direzione ha espresso gratitudine per il grande e delicato lavoro svolto.

Fra Fabio, nato a Brescia nel 1964, è frate minore conventuale dal 1986. Dopo la specializzazione in spiritualità francescana, conseguita nel 1992 a Roma presso la Pontificia facoltà dell’Antonianum, ha prestato il suo servizio inizialmente presso il Villaggio S. Antonio di Noventa Padovana, realtà francescana che si occupa di disagio giovanile e sociale, contestualmente dirigendo il «Messaggero dei ragazzi» e insegnando spiritualità francescana presso l’Istituto teologico S. Antonio dottore di Padova. Nel 2005 viene inserito in una piccola fraternità che anima i due santuari della Basilica dei SS. Martiri di Sanzeno e dell’eremo di S. Romedio, nella trentina Val di Non, attraverso progetti di accoglienza e proposte di spiritualità.

Contestualmente alla nomina di fra Fabio, è stata resa nota anche la nomina di fra Giancarlo Capitanio a direttore gestionale dell’Opera Messaggero. Fra Giancarlo, nato a Lecco nel 1966, è frate minore conventuale dal 1988. Dopo un’iniziale esperienza parrocchiale a Rovereto (TN), dal 1994 vive e svolge il suo ministero al Villaggio S. Antonio di Noventa Padovana, di cui è attualmente direttore generale.

Alla nuova direzione sono stati espressi i migliori auguri di buon lavoro in una fase di certo non facile per l’editoria, sia dal Ministro Provinciale che dal Definitorio (cioè il «governo») della Provincia.