Il mistero di Gemma Galgani

Esce il libro con un nuovo sorprendente ritratto della santa con le stimmate

Roma, (Zenit.org) | 676 hits

Nei 110 anni della morte, un nuovo libro racconta la straordinaria esperienza di santità di Gemma Galgani: la dolcissima mistica lucchese, prima donna stimmatizzata  agli albori del XX secolo che la Chiesa ha elevato presto agli onori degli altari, morta a Lucca nell’aprile 1903 a soli 25 anni, dopo aver offerto la sua vita per la salute altrui, in comunione con i patimenti di Gesù sulla Croce. Lo stesso Gesù che per tutta la vita le è apparso, insieme con la Madonna, chiedendo alla giovane di condividere con Lui perfino il grande segno e il grande dolore delle stimmate.

«Amore vuole Amore» – questo il titolo della biografia – è frutto di anni di studio, lavoro e passione da parte del Prof. Giuseppe Farinelli, dell’Università Cattolica di Milano, e della Prof.ssa Gemma Giannini, discendente e membro della famiglia lucchese in cui visse la grande mistica toscana. L’originalità dell’opera sta proprio nell’avere attinto documentazione, fatti, aneddoti, direttamente dalle fonti originali certe che riguardano santa Gemma: cioè dagli atti del processo di canonizzazione e dagli archivi e dai ricordi privati della famiglia Giannini.

La Presentazione in anteprima del volume è fissata per venerdì pv, 19 aprile, a Lucca, alla presenza dell’arcivescovo della città, Mons. Italo Castellani, che ne ha firmato anche la Prefazione. 

IL LIBRO

«Gesù è venuto... Per due volte mi ha ripetuto stamattina: “Amore vuole amore; fuoco vuole fuoco”» (santa Gemma Galgani)

In queste pagine si svelano, fra l’altro, le apparizioni a Gemma Galgani del suo Angelo custode, di san Gabriele dell’Addolorata, della Madonna, e, infine, di Gesù; la descrizione di ciò che accadde nel momento della stigmatizzazione alle mani, ai piedi e al costato; le manifestazioni del demonio, le continue tentazioni e le lotte con lui. Finalmente «un’opera veramente completa», come l’ha definita nella sua Prefazione l’arcivescovo di Lucca mons. Italo Castellani, «che affida alla nostra sensibilità una santa in una forma moderna, avvicinabile da tutti nella sua vita, nei suoi scritti e, soprattutto, nella sua eredità spirituale».  

LA PRESENTAZIONE DEL VOLUME

SER Mons. Italo Castellani
Salone dell’Arcivescovato
Piazzale Arrigoni – Lucca
Venerdì 19 aprile 2013 – ore 18
Partecipano con gli Autori: SER Mons. Italo Castellani, don Piero Ciardella, dott. Cesare Cavalleri 

GLI AUTORI 

Giuseppe Farinelli è ordinario emerito di Storia della Letteratura moderna e contemporanea nell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e, dopo essere stato direttore dell’Istituto di Italianistica, dirige oggi la rivista di critica letteraria «Otto/Novecento». Autore di molti volumi di carattere critico e storico, per Ares ha già pubblicato in questa stessa collana Profili, «Allora non è pane!». Vita di san Giovanni Maria Vianney, Curato d’Ars. 

Gemma Giannini, lucchese, è insegnante di Lettere e presidente del Centro di Cultura dell’Università Cattolica nella sua città. Nata nella grande famiglia Giannini, è pronipote del cavaliere Matteo che ospitò santa Gemma; suo nonno era Gabriele, nato nel 1900, fratello di Eufemia, poi diventata madre Gemma. 

SCHEDA TECNICA 

Giuseppe Farinelli - Gemma Giannini
«Amore vuole amore» Vita, scritti ed eredità spirituale di santa Gemma Galgani mistica di Lucca
(Edizioni Ares Milano, pp, 408 – con inserto fotografico a colori, € 19,90) 

* Per informazioni:

Dott. Riccardo Caniato - riccardo.caniato@ares.mi.it
Dott. Alessandro Rivali - alessandro.rivali@ares.mi.it