Il Movimento per la Vita scrive a papa Francesco

Ne ricorda le "parole ferme e lucide in difesa della vita nascente, morente e fragile"

Roma, (Zenit.org) | 826 hits

Il Movimento per la vita, riunito a Tivoli per l'annuale assemblea statutaria, ha inviato un messaggio a Papa Francesco per esprimere i sentimenti di viva gioia "per la Sua elezione a successore di Pietro. Lei è stato descritto dai mezzi di informazione come un intrepido difensore dei poveri e “dei più poveri tra i poveri”, come la Beata Madre Teresa di Calcutta, nostra presidente onoraria, amava chiamare i bambini non ancora nati ai quali viene data la morte in misura enorme con l’aborto e nei laboratori biotecnologici.

"Noi conosciamo le Sue ferme e lucide parole in difesa della vita nascente, morente e fragile", afferma ancora la lettera. "Noi pregheremo affinché il muro di incomprensione che la 'cultura della morte' ha eretto per non rendere udibile la voce di chi non ha voce sia fatto crollare" dalla capacità di queste "Sue parole di raggiungere, nonostante tutto, la mente e il cuore della modernità, che considera suo compito prezioso l’affermazione della uguale dignità di ogni essere umano".