Il Museo delle Lettere d'Amore dedica due sale a Giovanni Paolo II

L'inaugurazione avverrà il 16 ottobre a Torrevecchia Teatina, in provincia di Chieti

| 874 hits

TORREVECCHIA TEATINA, giovedì, 11 ottobre 2012 (ZENIT.org).– “Non è un caso che ci hai cercati e noi oggi per starti vicino siamo venuti. Mi hai fatto ritrovare la fede e per questo io ti ringrazio”. “Caro Papa, dentro di me porto sempre il ricordo di quel forte abraccio che mi hai dato”. “Aprite anzi apriremo le porte a quel Cristo che tu ci hai testimoniato”.“Tu ci hai chiamati. Noi siamo venuti e siamo noi a ringraziarti per quello che hai fatto grande Papa, grande padre, grande amico, grande angelo”.Sono frasi estratte da alcune delle 18mila lettere depositate in Piazza San Pietro nell’aprile del 2005, nelle ore dell’agonia e della morte di Giovanni Paolo II, da bambini, giovani, adulti, famiglie intere, italiane e di ogni parte del mondo, e che la Segreteria di Stato, sezione polacca, ha poi affidato ai giovani dell’Associazione Nazionale Papaboys.

Molte di queste lettere troveranno a breve la loro collocazione definitiva. Il 16 ottobre, anniversario dell’elezione di Karol Wojtyla al Soglio di Pietro (1978), saranno infatti inaugurate due sale del Museo delle Lettere d’Amore di Torrevecchia Teatina, in provincia di Chieti, dedicate a Giovanni Paolo II. Il Museo è ospitato all’interno del Palazzo storico Valignani, risalente al 1700.

Il calendario degli appuntamenti, promossi nella circostanza dall’amministrazione comunale e dall’Associazione Nazionale Papaboys, è stato presentato nel corso di una affollata conferenza stampa che si è svolta stamattina a Roma, presso l’Hotel Columbus, al termine dell’udienza generale del mercoledì con il Santo Padre Benedetto XVI, alla quale erano presenti oltre 150 persone provenienti da Torrevecchia Teatina, con in testa il sindaco Katja Baboro. All’incontro con il Pontefice è stata portata anche una targa che sarà ospitata nel “Parco della Gioventù” di Torrevecchia, anch’esso dedicato a Giovanni Paolo II e che gli sarà intitolato sempre il 16 ottobre.

Alla conferenza stampa, moderata da Antonella Freno, sono intervenuti il sindaco di Torrevecchia Teatina Katja Baboro, il Presidente dell’Associazione Nazionale Papaboys Daniele Venturi, il direttore del Museo delle Lettere d’amore di Torrevecchia Teatina Massimo Pamio. Ma anche il vicepresidente della Camera dei Deputati Rocco Buttiglione, che ha ricordato la sua amicizia con Giovanni Paolo II, e il vescovo ausiliare dell’Aquila monsignor Giovanni d’Ercole, che ha citato le parole dedicate dal Papa polacco ai giovani: “Giovani prendete in mano la vostra vita. Giovani aprite il cuore a Gesù Cristo”.Tra gli eventi in programma, anche un quadrangolare di calcio che avrà luogo domenica 14 ottobre nel comune chietino, durante il quale si sfideranno la Nazionale dei Papaboys, la Nazionale delle Poste Vaticane, la Nazionale Mediolanum (gruppo bancario che è sponsor dell’iniziativa insieme alla New Energy srl e la Walter Tosto spa) e una delegazione dei rappresentanti istituzionali della Regione Abruzzo.

Ci sarà anche uno speciale annullo filatelico dedicato all’evento dalle Poste Vaticane (rappresentate in conferenza stampa dal vicedirettore don Stefano Bortolato), che impreziosirà un esclusivo folder in edizione limitata.